FANDOM


La campagna è uno dei luoghi più amati da me, forse perché lo associo alla mia giovinezza, avendo vissuto per parecchi anni in una casetta rustica lontana dalla città, sulla collina. È proprio in questa dimora che trascorreremo il weekend io e la mia famiglia, composta da mia moglie e le mie due splendide figlie. Splendide. Varcata la soglia il mio olfatto riporta la mia mente ad anni fa. L'odore del legno. Vedo il vecchio lampadario a spiovente. Quanti ricordi. Dopo un lungo viaggio in macchina spedisco le bimbe a letto, devono riposare per poter affrontare con energia il giorno seguente. Mi ritiro nel letto matrimoniale insieme mia moglie, leggo qualche pagina del libro appena acquistato ma mi accorgo di essere troppo stanco per inoltrarmi nella lettura. Lentamente i miei occhi si socchiudono... Mia moglie mi sveglia. Ha sentito un rumore. La rassicuro dicendole che non è stato nulla ma lei insiste affermando di aver visto un'ombra sopra la sua testa, passare sul soffitto. I ladri non scampano alla forza di gravità, le rispondo scherzosamente, ma lei insiste e il suo volto preoccupato mi convince a ispezionare la casa. Mi alzo con fatica dal letto, sono distrutto, mi accorgo di essere stanco a tal punto che non riesco a mettere a fuoco gli oggetti, la voce di mia moglie mi sembra come dispersiva, non ben nitida e delineata... Come se fossi in un sogno.. come se il mio corpo fosse qua ma la mente altrove.. brutti scherzi che gioca la stanchezza. Mi dirigo verso la camera delle mie splendide creature. Sono tutte e due immerse nel sonno, mi dirigo verso la maggiore e le accarezzo il candido viso... faccio per dirigermi verso l'altra ma avverto un urlo, così mi affretto a tornare in camera. Vedo mia moglie ai piedi del letto, coprirsi il capo con un cuscino, col respiro affannato, e afferma di aver visto nitidamente una figura umana... correre forsennatamente sul soffitto, con la schiena ricurva e il corpo nudo. Questa volta mi spavento, sembra davvero convinta di ciò che dice. La guardo negli occhi ma è come se non ci riuscissi, non riesco a comprendere le linee del suo viso avvolto nella penombra, è come quando in un sogno non riesci a ricreare le immagini nitide della realtà... Ma sono semplicemente molto stanco. Cerco di tranquillizzare mia moglie, le dico che è la stanchezza che gioca brutti scherzi. La vedo distendersi nel letto senza proferire parola, quasi come a rallentatore... Anche io mi distendo e cerco di riprendere sonno.

Un urlo.

Non so quanto è passato da quando mi sono addormentato, ma la luce mattutina penetra dalla finestra. Ora mi sento attivo, non più stanco, queste urla mi hanno risvegliato del tutto, le figure ben nitide. Mi fiondo nella camera delle mie figlie.

Apro la porta.

Giace nel suo letto la maggiore.

I suoi occhi sono cavati e la mandibola sradicata. In un bagno di sangue giacciono i suoi denti e una parte della sua lingua. La mia bambina. La mia splendida bambina. Del sangue cola dal soffitto. È stato lui.

La creatura.

Esiste davvero.

La notte seguente il pensiero orribile di quell'immagine invade i miei pensieri come un morbo radicato nel poi profondo del mio subconscio. Ed è proprio nel mio subconscio, nel profondo, che giace la convinzione di sapere la soluzione. La convinzione che quel che è successo, quella creatura, non è qualcosa di sconosciuto, di lontano... ma qualcosa che è sempre esistito, e che ci ha sempre accompagnati senza mai mostrare la sua presenza... Mi metto a dormire accanto a mia moglie... Urla. Sobbalzo. Non so da dove provengano ma so che devo fare qualcosa, per evitare che l'orrore si ripetesse. Preso da un affanno, mi alzo dal letto, mille pensieri affannano la mia mente, so che devo agire velocemente, sono incredibilmente agitato, inizio a correre forsennatamente, probabilmente senza motivo...

Un urto.

Un frastuono.

Il mio corpo nudo ha urtato il vecchio lampadario che si ergeva sulla stanza.

Cado.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale