FANDOM


Chi ha mai capito veramente cosa sono i sogni? Alcuni sostengono siano cose che accadono realmente nella vita precedente o nella stessa vita che viviamo, altri affermano siano delle esternazioni scioccanti della nostra psiche tormentata, ecc ecc.

Personalmente non mi definirei "tormentato": ho una casa, una famiglia che mi vuole bene, una ragazza bellissima e un lavoro stabile in una clinica come tirocinante medico. Direste che io sia tormentato o che abbia motivi per esserlo? Neanche io.

Allora come spiegare quello che mi è successo? Ma prima, lasciate che vi racconti tutto.

Era un normale Venerdì sera di luglio, decisi di andare a fare una passeggiata con la mia ragazza e raggiungere dopo cena i miei amici e rispettive compagne al pub, giusto per rilassarci un po'.

Siccome adoro leggere le storie del terrore, mi sintonizzai sul miglior forum trattante questi argomenti e ne lessi un paio: tra tutte mi colpì la storia di una ragazza che organizzava una festa a sorpresa per una compagna di classe, dandole un appuntamento all' incrocio sotto casa sua, finendo però travolta ed uccisa da una macchina.

Diedi poco peso alla cosa, nonostante spesso mi rimbombasse in testa tutto il racconto.  Come programmato presi la macchina, uscii con i miei amici e la mia ragazza e in men che non si dica l'ora si fece tarda. Non che la cosa mi facesse effetto, ma la mia lei avrebbe dovuto lavorare il giorno dopo, quindi mi chiese di non tardare troppo.

Verso l'1 accompagnai la mia ragazza a casa, dopo averci dato sonoramente dentro (motivo per il quale presi la macchina, nonostante il caldo boia di luglio) e mi instradai per tornare a casa.

Mentre passavo, decisi di sperimentare la cosiddetta "guida sportiva" e accelerai come mai prima, toccando addirittura i 100.

I miei riflessi non furono abbastanza pronti da evitare la figura femminile rimasta abbagliata dai miei fari in mezzo alla strada, e finii per travolgerla. Il suo corpo spaccò il parabrezza e mi piombò addosso. Riuscìì a sentire i miei denti che si spezzavano e il dolore dei vetri che mi entravano nelle braccia e negli occhi.

Mi svegliai urlando in quell'istante, coperto di sudore nel mio letto, e verificai subito eventuali danni. Niente, i denti erano a posto, braccia e occhi idem.

La cosa mi rasserenò, ma la cosa durò ben poco. Quando scesi a comprare il giornale sotto casa, mancò poco che non svenissi nel leggere il titolo del quotidiano:

INCIDENTE NELLA NOTTE, MORTI DUE GIOVANI TORINESI.

Lì per lì pensai fosse una coincidenza il fatto che nella foto del giornale la macchina fosse la stessa della mia, ma leggendo l'articolo il sangue mi si rabbrividì.

"Il ragazzo a bordo della macchina ha travolto la giovane che attraversava in corrispondenza dell' incrocio, finendo ucciso egli stesso dal cadavere della ragazza, che ha funto da proiettile."

D' impeto scesi in garage a controllare la macchina, e con orrore constatai la presenza del sangue sul cofano e su tutto il paraurti, il parabrezza completamente distrutto e sangue anche sui sedili.

Per logica arrivai a pensare che all' incrocio ci fosse anche la polizia o qualche traccia, inforcai il mio Beverly e corsi lì. Trovai due cadaveri coperti con veli bianchi, polizia tutt' intorno e ragazzi che piangevano disperati.

Mi feci largo tra la folla e scoprii uno dei due cadaveri. La mia ragazza.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale