Fandom

Creepypasta Italia

Slenderman - Creepypedia

2 568pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commento1 Condividi

Lo Slender Man (conosciuto anche come Slenderman o Slender, il cui nome vuol dire uomo esile) è un personaggio immaginario, protagonista di racconti dell'orrore (creepypasta) e videogiochi, nato come fenomeno di Internet. Ha ispirato anche opere di terze parti.

È stato creato da Eric Knudsen (noto anche col nome d'arte di Victor Surge) nel 2009 per un concorso fotografico sul sito Something Awful.

Oggi è probabilmente il personaggio di creepypasta più conosciuto, seguito da Jeff the Killer.

Hqdefault-0.jpg

Slenderman nel cortometraggio "Proxy".

Creazione e diffusione Modifica

Lo Slender Man nacque nel 2009 per mano di Eric Knudsen sul sito Something Awful, in seno ad un concorso fotografico dove bisognava ritoccare delle foto aggiungendo dettagli macabri o entità misteriose. Nelle foto preparate da Knudsen, lo Slender Man appariva insieme a dei bambini in un parco giochi. Le immagini erano virate in seppia e corredate da una breve didascalia. Il personaggio impressionò la giuria e Knudsen vinse il concorso. Lo Slender Man riscosse un enorme successo e divenne protagonista di numerose storie dell'orrore create perlopiù su internet e numerose opere fan art dedicate a esso, da creare un vero movimento fandom dedicato.

In un'intervista pubblicata sul sito Know Your Meme, Knudsen ha dichiarato di essersi ispirato a leggende popolari come Uomo nero, alle opere di Howard Phillips Lovecraft, Zack Parsons, e Stephen King (in particolare, al romanzo La nebbia), e ai libri dello scrittore surrealista William Seward Burroughs II.

La prima vera diffusione del personaggio avvenne su Youtube. Il canale “Marble Hornets" produsse una serie di video in stile finto documentario nei quali dei ragazzi, con l'ausilio di una telecamera amatoriale, riprendevano eventi misteriosi per un concorso scolastico. Durante le riprese, l'essere fu avvistato più volte e i ragazzi ne furono perseguitati. In questi video, l'entità viene chiamata The Operator (in italiano: L'operatore) e agisce insieme a due Proxy, soprannominati Masky e Hoody per via del fatto che indossano rispettivamente una maschera e un cappuccio, obbediscono ciecamente all'operatore e tengono nascosta la loro identità. La webserie riscosse un enorme successo e ne fu estratto un adattamento cinematografico.


Symbol Slender.png

Il primo simbolo viene usato da molte vittime per rappresentare Slender Man in una forma simbologia molto semplice. Questo simbolo viene usato per la prima volta nel videogioco Slender: The Eight Pages, in una delle 8 pagine che si devono recuperare nel gioco.

Aspetto fisicoModifica

Lo Slender Man viene descritto come un uomo di carnagione bianca, di corporatura snella, alto circa 240 cm. Il suo volto risulta privo di occhi, naso, bocca e orecchie. Presenta due braccia lunghe fino alle ginocchia che terminano in grosse mani con dita provviste di artigli. Inoltre, dalla sua schiena fuoriescono tentacoli neri. Indossa un abito nero con una cravatta nera o rossa.


Symbol Proxy.png

Il secondo simbolo viene usato dai Proxy per indicare la volontà di Slender Man o per autorappresentarsi, in una forma simbologia molto semplice. Il simbolo viene usato molto spesso per indicare i Proxy ma assume molteplici significati in base all'utilizzo. Questo logo venne usato per la prima volta nella webserie Marble Hornets per indicare The Operator (Slender Man).

ComportamentoModifica

Lo Slender Man tenta abitualmente di rapire dei bambini di età compresa tra i 5 e i 15 anni, ma non è raro che prenda di mira anche adolescenti e adulti. Si trova spesso nelle foreste o in luoghi abbandonati e bui, ma sono stati segnalati avvistamenti anche in zone abitate. Una volta che ha scelto la sua preda, può seguirla fino in città o in casa o addirittura perseguitarlo in capo al mondo, rendendosi visibile soltanto a lei e alle persone che le stanno accanto. Di solito, le sue apparizioni avvengono gradualmente: all'inizio si limita ad apparire in lontananza o a lasciare indizi sulla sua presenza, ma col passare del tempo le sue apparizioni diventano sempre più frequenti e sempre più vicine alla preda. Le vittime dello Slender Man entrano in paranoia e cominciano ad avere addirittura allucinazioni e malesseri vari, tranne i bambini che a volte assumono un comportamento amichevole nei suoi confronti, facilitandogli così la cattura. Le prede adulte, una volta che vengono prese di mira da questa creatura, non possono liberarsi della sua presenza o sfuggirle. Questo porta spesso le vittime a scegliere il suicidio (considerato l'unico modo per non farsi catturare). I corpi delle vittime vengono trovati di rado, completamente deturpati. I cadaveri dei suicidi vengono di norma ritrovati intatti.


PoteriModifica

Lo Slender Man possiede diversi poteri. Uno dei più conosciuti è la capacità di teletrasportarsi (o muoversi molto velocemente) da un luogo all'altro e di mimetizzarsi nell'ambiente circostante. È inoltre in grado di causare interferenze a tutti i componenti elettronici e apparecchiature elettroniche. Può provocare anche malesseri vari e sintomi come: vertigini, nausea, disorientamento, vomito, mal di testa, svenimento, perdita di memoria temporanea e sanguinamenti vari. In forme più gravi: Insonnia, paranoia, aggressività, panico, ansia, allucinazioni, autolesionismo, disturbo dissociativo dell'identità, disturbo ossessivo-compulsivo di personalità. Questi sintomi vengono associate alla sindrome dello Slender Man Sickness (in italiano: Malattia dello Slender Man) che sono gli effetti delle sue interferenze. Slender Man possiede anche la capacità di trasformare le sue vittime in Proxy (che significa: intermediario), che usa per diversi scopi; succede che a volte certi Proxy non adempiano ai suoi ordini e vengano ripudiati o eliminati. Questi Proxy ribelli vengono chiamati Mutinoxy.

VideogiochiModifica

La grande popolarità di Slender Man portò molti fan a creare dei fan game dedicati al personaggio. Il primo videogioco a riscuotere un discreto successo fu Slender: The Eight Pages, originariamente conosciuto come Slender, un survival horror sviluppato dalla Parsec Productions e rilasciato gratuitamente nel 2012. La popolarità del videogioco fu dovuta in parte ai numerosi video di gameplay pubblicati su YouTube dai videogiocatori e per le recensioni di numerosi siti e riviste dedicati al mondo dei videogiochi. Sulla scia del successo, alcuni sviluppatori indipendenti pubblicarono Slender Man's Shadow, un survival horror considerato il sequel spirituale non ufficiale del famoso Slender: The Eight Pages.

Nel marzo 2013 la Parsec Productions con la collaborazione della Blue Isle Studios pubblicò Slender: The Arrival, il primo videogioco multipiattaforma dedicato al personaggio, sequel ufficiale di Slender: The Eight Pages, Il videogioco è stato rilasciato per PC e per le console Playstation 3 e Xbox 360. Slender: The Arrival è stato il primo videogioco sullo Slender Man distribuito a pagamento.

Nel dicembre 2014 un fan italiano chiamato Padovani, sviluppò un fan game intitolato: Slender: Lo Sguardo Dell'Orrore, ispirato al capostipite Slender: The Eight Pages. Il gioco riscosse un buon successo grazie ai video di gameplay pubblicati su YouTube dai videogiocatori.

Cortometraggi e FilmModifica

La grande popolarità di Slender Man portò alla nascita, diversi cortometraggi e film indipendenti esplicitamente dedicati alla figura di Slender Man.


Cortometraggi Modifica

Slenderman - cortometraggio di 11 min (2011);

The Slender Case - cortometraggio di 15 min (2012);

Slenderman - cortometraggio di 25 min (2012);

Slender - cortometraggio di 40 min (2012);

Slender - cortometraggio di 14 min (2013);

Slender - (2013)

The Slender Man - cortometraggio di 20 min (2013);

Slender: The Film - cortometraggio di 10 min (2013);

Slenderman - cortometraggio di 7 min (2013;)

Slenderman - cortometraggio di 33 min (2014);

Slender Man - cortometraggio di 10 min (2014);

Slender - (2014).


FilmModifica

Slender - film di 120 min (2014);

Always Watching: A Marble Hornets Story - film di 92 min (2015);

The Slender Man - in produzione dal 2015;

Entity - in produzione dal 2012.

InfluenzaModifica

Il personaggio di Slender Man ha influenzato molte opere come spunto per la creazione di altri personaggi o storie, e per la sua fama viene inserito anche in serie tv, cartoni animati e videogiochi come easter egg. Esistono anche dei reati che indicano Slender Man come probabile causa dei crimini.


Horror Stories & FanFictionModifica

Il personaggio Slender Man ha ispirato diverse altre storie dell'orrore e non, e la nascita di nuovi personaggi simili a lui o collegati alla sua storia. Alcuni personaggi che prendono ispirazione da Slender Man vengono create per altre correnti letterarie internettiane diverse come ad esempio: “Splendor Man” che appartiene alla corrente degli Happypasta.


Personaggi derivanti da Slender Man Modifica

Slender bros by gothicraft-d5xwwbu.png


  • Sexual Offender Man
    Come Slenderman è alto e bianco, ma piuttosto muscoloso, i suoi tentacoli sono bianchi e ha la bocca quasi sempre incurvata in un malizioso sorriso dai denti aguzzi.
    Porta in testa un cappello benavidez e lo si vede sempre con indosso un trench grigio scuro, dei pantaloni, degli stivali alti e una cravatta rigorosamente neri, ogni tanto anche con una sigaretta in bocca.

    Secondo le FanFiction:
    Si dice abbia una voce così calda e sensuale da far cadere ai suoi piedi tutte le sue vittime, che sono solo donne.
    Come detto prima le sue vittime sono solo le ragazze, precisamente quelle comprese tra i 14 e i 20 anni.
    Per catturarle le ammalia con la sua voce, le attira con lusinghe e avance finché non riesce ad avvicinarle, poi offre loro due rose: una blu e una rossa.
    Se si sceglie quella blu, le vittime saranno uccise all'istante, se invece si sceglie quella rossa, prima sfogherà sulle povere malcapitate i suoi stinti carnali per poi tagliargli la faccia.
    Per questo il suo nome completo è Sexual Offenderman.
    Se si scelgono entrambe le rose, lui vi porterà nel luogo in cui vive (un castello abbandonato nel bosco) e vi farà morire lentamente e dolorosamente, perché è sadico e adora veder soffrire le sue vittime.
    Le poche che sono riuscite a scappare da lì o ci sono comunque ritornate, magari con qualcuno (polizia, carabinieri ecc.) o si sono salvate, perché Offenderman non sceglie mai una stessa vittima per più di una volta.
    Si dice che l'unione tra il sudore che producono le ragazze durante l'amplesso e il sangue di quando gli taglia la faccia, crei un liquido viola di cui si nutre.
    Esiste però una possibilità di salvezza: se non si accetta nessuna delle due rose, lui vi lascerà andare e non tornerà mai più a cercarvi.
    La sua storia racconta che una volta aveva un cuore ed era un ragazzo che andava a scuola, si era innamorato di una ragazza, ma sia lei che gli altri suoi compagni lo prendevano in giro perché non aveva la faccia.
    Quando è riuscito a dichiararsi alla ragazza, lei l'ha rifiutato, dicendo che nessuna ragazza poteva amare un mostro simile!
    Da quel giorno Offenderman decise di cambiare vita: "Se non mi ama lei... mi ameranno tutte le altre!"
    Andò a vivere in un castello abbandonato nel bosco e si lasciò consumare dall'odio e dall'oscurità; fece un patto con il diavolo, che gli concesse una voce affascinante e ipnotica che gli permetteva di attirare a sé solo le ragazze, diventando così Sexual Offenderman.

    Origine:
    Originariamente Offenderman nacque come fan art di versioni parodistiche dello Slender Man apparso sul web nel 30 marzo 2010. In seguito i fan lo trasformarono nel fratello di Slender Man. Esistono anche delle storie Trollpasta e Sexypasta sottocategoria Creepy su Sexual Offender Man in cui viene messo in evidenza la sua natura da depravato, maniaco nei Trollpasta e da lussurioso, sadico nei Sexypasta sottocategoria Creepy.
  • Splendor Man
    Come Slenderman, è alto e magro, con la carnagione diafana, fatta eccezione per le guance rosee e le mani nere, i tentacoli che ha sulla schiena terminano con dei campanellini.
    Al contrario di Slender, ha un volto... o almeno ha due buchi neri al posto degli occhi e una bocca altrettanto nera priva di denti.
    Il suo vestiario è composto da una giacca nera a pois colorati con sotto una camicia bianca, in testa porta un cilindro e al posto della cravatta, ha un papillon rosso.

    Secondo le FanFiction:
    Splendorman è il fratello maggiore dei quattro, mentre Slenderman è il più giovane.
    Si potrebbe dire che è l'esatto opposto di Slenderman.
    Ama far divertire, le sue non sono vittime, ma spettatori!
    Regala fiori, intrattiene con balletti e spettacoli di magia e gli piace far ridere e ridere a sua volta.
    Ha gli stessi poteri di suo fratello, come il teletrasporto, l'interferenza negli apparecchi elettronici, ma se Slender riesce ad ipnotizzare i bambini son i suoi tentacoli, lui riesce a far sentire le persone felici e senza preoccupazioni!
    Una versione simpatica di Slender, si potrebbe credere!
    A dire il vero pare che lui e il suo fratellino avessero forti divergenze: il carattere freddo e assassino di Slenderman entrava in contrasto con quello di Splendorman.
    A Splendy infatti, non piaceva che Slender uccidesse i bambini, così ha iniziato a portarli via, a salvarli!
    Questo non piacque a Slender e pare che tra loro ci fu un duro scontro.
    Tutti noi abbiamo un lato nascosto che cerchiamo in tutti i modi di reprimere, ebbene fu proprio durante questo scontro che Splendy mostrò per la prima volta la sua altra faccia, la sua parte più oscura e nascosta...
    Non si sa chi di loro abbia vinto: alcuni dicono che solo uno di loro sia sopravvissuto, altri ancora entrambi, alcuni nessuno dei due...

    Origine:
    Splendor Man nacque come video risposta parodica alla webserie Marble Hornets, caricato su YouTube da Neil Cicierega nel 31 ottobre 2010. In seguito i fan lo trasformarono nel fratello buono di Slender Man e fu adottato dagli Happypasta.
  • Trender Man
    Questo è decisamente il meno conosciuto dei quattro.

    Secondo le FanFiction:
    Non si sa se abbia poteri di qualche genere, ma si sa che è un esperto in fatto di moda e di tendenze e che cerca spesso di convincere Slenderman a cambiare il suo modo di vestirsi, che lui giudica "superato".

    Origine:
    È nato da una foto: un ragazzo, entrando in un negozio di vestiti, aveva visto un manichino con le sembianze di Slenderman, ma vestito in modo diverso.
    Portava un maglione marrone chiaro con sotto una camicia bianca, dei pantaloni beige e le All Star nere, così lo chiamò Trenderman (l'unione della parola Slenderman con Trendy).
    Originariamente Trender Man nacque come meme parodia di Slender Man pubblicato su Tumblr nel 31 luglio 2012.
    In seguito i fan lo trasformarono nel fratello e a volte come cugino di Slender Man e fu adottato degli Trollpasta.
  • Slender Woman
    Slender Woman appartiene alla categoria dei Sexypasta, descritta come lo Slender Man con l'unica differenza che porta una gonna. Originariamente Slender Woman nacque come versione femminile dello Slender Man causato dal fenomeno internettiano chiamato Rule 63 (Articolo 63), secondo qual è per ogni personaggio immaginario, esiste una controparte opposta. In seguito i fan la trasformarono in un personaggio a parte con un carattere e un comportamento diverso dallo Slender Man e fu adottata dai Sexypasta. 


ProxiesModifica

Il termine Proxy (intermediario) viene usato per indicare le entità o persone che sono sotto l'influenza o il controllo di Slender Man. Questo termine è stato usato per la prima volta nell'ARG (Alternate Reality Game) DarkHarvest00. Tutti i proxies, essendo creati in opere esterne ispirate al mito di Slenderman, sono di norma da considerare dei personaggi FanFiction, fatta eccezione per Masky e Hoody che sono stati creati dall'opera "principale" e di maggior successo (e da molti considerata la "Creepypasta" ufficiale di Slender) che ha reso famoso lo Slenderman, Marble Hornets.


  • Masky
    Masky indossa una maschera dai tratti femminili e una giacca di color beige, è uno dei personaggi del noto ARG Marble Hornets. In questa serie lo vedremo spesso stalkerare e aggredire il protagonista, senza però riuscire a capire le sue vere intenzioni. Si scoprirà poi essere uno degli attori di MH (il film amatoriale girato nella storia), di cui Masky in qualche modo è una sua seconda personalità.
    In Marble Hornets è noto per essere un personaggio ricorrente e portante, che aiuta nello sviluppo della trama. Le azioni di Masky e le teorie che lo circondano sono i motivi per cui è stato ideato il concetto di proxy, malgrado Masky stesso non è mai stato dichiarato tale. È anche curioso notare come Masky lavori attivamente contro L’Operatore, ciò significa che normalmente non verrebbe nemmeno considerato un proxy.
    Solo successivamente è diventato protagonista o personaggio secondario di numerose fanfiction riguardanti lo Slenderman, dove viene ritratto come un vero proxy.

  • Hoody
    Hoody indossa una maschera nera uniforme priva di buchi, con due occhi e una bocca triste dipinti di rosso e una felpa con cappuccio di color marrone chiaro. >Hoody (o Hoodie) è un soprannome fan-made, ha fatto la sua prima apparizione completa nell'Entry #41 di Marble Hornets. Non si sa molto su di lui fino all'uscita dell'Entry #83, e anche dopo la fine della serie, molte domande su di lui rimangono in sospeso. 
    Hoody è probabilmente il personaggio più misterioso dell'intera serie, lo si vedrà spesso accompagnato da Slender intento ad aggredire e a spiare gli altri personaggi, tuttavia più di qualche volta dimostra di avere degli obbiettivi personali che contrastano l'Operatore (Slender), dunque Hoody non può essere considerato pienamente un Proxy.
    Anche quando non è sotto il controllo di Slender Man, Hoody continua a tenere nascosta la sua identità, che verrà svelata solo alla fine della serie.
    Solo successivamente è diventato protagonista o personaggio secondario di numerose fanfiction riguardanti lo Slenderman, dove viene ritratto come un vero proxy.

  • Ticci Toby
    Ticci Toby indossa degli enormi occhiali arancioni, una maschera da cannibale e utilizza due asce appartenute in precedenza a suo padre.
    Toby è il primo proxy ad essere stato creato in una Horror Story - FanFiction su Slenderman.
    Toby prova un intenso odio per il padre che ha sempre trattato male tutti i familiari, arrivando spesso alle mani. Un giorno, dopo che il suo odio è stato ulteriormente alimentato da Slenderman stesso, uccide il padre, e scatena un incendio nel tentativo di seminare la polizia.
    Viene poi salvato da Slender e trasformato in un proxy da quest'ultimo.

  • The Chaser
    The Chaser ha dei lunghi capelli neri di cui gran parte davanti alla faccia, veste un'enorme felpa bianca insanguinata con cappuccio e una maschera logora da cui però si riescono ad intravedere dei normali connotati umani.
    The Chaser non è altri che Kate, la protagonista del videogioco "Slender: The Eight Pages", che cade proprio vittima di Slenderman in questo videogioco (sia che si riesca a raccogliere tutte le pagine che non). Riappare poi nel sequel "Slender: The Arrival" con queste sembianze, ormai ridotta ad un pupazzo senza mente, ora al servizio dell'"Uomo Alto".
    Solo successivamente è diventata protagonista o personaggio secondario di numerose fanfiction riguardanti lo Slenderman.
    L'ideazione del personaggio (e del videogioco) fu a cura degli autori di Marble Hornets, The Chaser è dunque il primo vero proxy ufficiale creato da loro.

  • Charlie Matheson Jr
    Charlie è il secondo mostruoso proxy che si incontra nel videogioco "Slender: The Arrival". Charlie era ancora un bambino quando fu rapito da Slenderman e trasformato in un proxy, nel videogioco si possono anche trovare i manifesti relativi alla sua scomparsa.
    A causa della prolungata permanenza con Slender il corpo di Charlie risulta orribilmente consumato e malnutrito, e a causa di ciò viene spesso identificato come uno zombie.
    Purtroppo però Charlie non è un morto che cammina, è vivo, ma ormai per sempre legato a Slender e costretto ad uccidere sotto il controllo di quest'ultimo.

  • Rouge - Non guardare in alto
    Rouge indossa una felpa di un colore rosso sbiadito, un paio di pantaloni beige scuro e una maschera raccapricciante con degli ossessivi simboli.
    Come Ticci Toby, Rouge nasce fin da subito come proxy da una Horror Stories FanFiction su Slenderman.
    Heater (vero nome) una volta era una ragazza autolesionista che in seguito perse i genitori in un incidente stradale, facendole odiare completamente il genere umano. Per questo viene notata e trasformata in un proxy da Slender, che le conferisce il compito di guardiana del bosco.
    Ella uccide chiunque vi si addentra, piombandogli addosso dagli alberi e sfracellando il loro volto, usando gli affilati artigli metallici inseriti nei suoi guanti.


Fan fictionModifica

  • Jeff the Killer vs Slenderman
    Jeff the Killer VS Slenderman è un storia fanfiction, appartiene alla sottocategoria dei versus, in cui personaggi di fantasia, derivati dalle opere più disparate, si scontrano. Nata originariamente come storia speculativa creata da fan di entrambi i personaggi, la sua stesura ha generato discussioni e dibattiti su chi avrebbe dovuto prevalere. Lo scontro tra i due termina sostanzialmente in pareggio, con entrambi i contendenti in vita.

  • L'altra faccia di Slenderman
    L'altra faccia di Slenderman si differenzia parecchio dalle altre Horror Stories sul personaggio, essa infatti più che una storia dell'orrore è una storia drammatica.
    La storia narra dell'incontro tra Slenderman e una bambina di nome Katy, e delle avventure che insieme affrontano.
    Lo scopo della storia è proprio quello di mostrare una versione alternativa dello Slenderman, in maniera tale da "vedere" le cose dal suo punto di vista, e di scoprire il suo passato.
    La storia in seguito è diventata un libro. [1] 

  • Slenderman - The true story
    Slenderman - The true story narra una versione puramente fandom della nascita di Slenderman.
    La storia narra di come Slender prima di diventare quello che tutti conosciamo era una persona normale che aveva una vita normale, in seguito Slender dopo le numerose prese in giro sul suo aspetto decide di abbandonare la civiltà e di andare a vivere da solo nella foresta.
    Qui incontra un bambino di nome Jacky con cui stringe amicizia, il bambino è l'unico che non è né spaventato né disgustato dal suo aspetto, e Slender finisce per affezionarcisi particolarmente.
    In seguito ad un incendio, il bambino scompare e Slender viene sfigurato dalle fiamme che gli causano il suo aspetto classico.
    La storia si conclude con Slenderman che decide che da quel momento in poi rapirà ogni bambino nel tentativo di ritrovare Jacky. 


Leggende metropolitaneModifica

La grande influenza del personaggio ha dato origine a numerose opere immaginarie create dai fan, al punto che si sono create intorno a esse diverse leggende metropolitane. Le leggende metropolitane più note sono quella incentrate sui riferimenti storici sullo Slender Man. I riferimenti sono ambientati in luoghi storici reali o fittizi in cui vengono trovati manufatti, opere o documenti che fanno riferimento a misteriose creature simili allo Slender Men. Queste opere inventate dai fan hanno contribuito alla diffusione virale del personaggio, tanto da far credere che esistesse realmente.


Serie TV Modifica

  • Nella sesta stagione della nuova serie televisiva "Doctor Who" ci sono delle creature chiamate “The Silence” (una razza aliena della serie tv), create sulla base di diversi elementi di ispirazione tra cui: I Men In Black, i Aye aye, I grigi e L'urlo di Edvard Munch. Il risultato è una creatura molto simile allo Slender Man; di conseguenza, molti fan hanno attribuito una evidente ispirazione a quest'ultimo, anche se gli autori affermano trattarsi di una pura coincidenza.
  • Nella nona stagione dell'episodio 15 di "Supernatural", i fratelli Winchester trovano i Ghostfacers, che indagano su delle misteriose uccisioni da quello che pensano essere un fantasma. Il mostro è stato chiamato Thinman (in italiano: l'uomo sottile), è privo di volto e veste un abito nero. Molti credono che gli autori della serie si siano ispirati a Slender Man.
  • Nella terza stagione dell'episodio 2 di "Lost Girl", Una creatura si presenta con l'aspetto del Slender Man e con poteri simili. Quando l'eroina le chiede che cosa è, egli risponde che tra i tanti nomi che gli sono stati dati, Slender Man è uno dei più recenti. 


Cartoni animatiModifica

  • La creatura compare anche nell'episodio 5 di "A Tutto Reality: All-Stars" come easter egg. Quando il conduttore dello show Chris osserva i concorrenti nella foresta attraverso degli schermi, in uno di essi è presente proprio lo Slender Man.
  • La creatura compare anche nella quarta stagione nell'episodio 9 di "My Little Pony - L'amicizia è magica" come easter egg. Quando Applejack e gli altri temono che Pinkie Pie non voglia far parte della loro famiglia visto come si sono comportati, Pinkie li dissuade dicendogli che sono "la famiglia più fantastica del mondo". Nell'istante esatto in cui Pinkie Pie salta addosso ad Applejack, nel cespuglio dietro la famiglia Apple si vede una creatura senza volto con un abito nero e con una cravatta dello stesso colore. La scena è talmente veloce che necessità rallentare la frequenza dei fotogrammi di 0.25x per notarlo. 


FilmModifica

  • Il film "I bambini di Cold Rock" (titolo originale: "The Tall Man") narra di una piccola città negli USA, dove molti bambini sono scomparsi senza lasciare traccia. La superstizione cittadina parla di un uomo alto e scuro, che li rapisce nel cuore della notte. Si pensa che il film sia stato ispirato dallo Slender Man.


VideogiochiModifica

  • Nel famoso videogioco "Minecraft", esiste un mostro chiamato Enderman chiaramente ispirato allo Slender Man sia per il nome che per le abilità. Lo stesso Notch ha dichiarato nella discussione su Reddit, che avrebbe dato un nome che avrebbe fatto riferimento allo Slender Man, essendo che si è ispirato a questo ultimo per creare l’Enderman.
  • Nel videogioco "Watch Dogs", ci sono dei grafiti sparsi in diversi punti della città abbastanza simile allo Slender Man con un volto bianco senza faccia e un vestito con cravatta neri. È stato mostrato per la prima volta nel primo trailer demo su PlayStation 4. Originariamente si poteva vedere nel vicolo vicino alle "Pharmingtons farmacia" di "The Loop", ma nella versione finale del videogioco è stato cambiato in "ATM", che è ancora più vicino alla farmacia. Inoltre nel videogioco ci sono dei graffiti che mostrano una foresta priva di foglie, anch'essa considerata un riferimento allo Slender Man.
  • Nel videogioco "Plants vs. Zombies: Garden Warfare", nella mappa "Tenuta di Zombotron" a destra della foresta si può notare una figura: lo Slender Man.
  • Nel videogioco "Runner2: Future Legend of Rhythm Alien", in uno dei livelli si può vedere nello sfondo Slender Man.
  • Nel videogioco "Metro: Last Light", si possono trovare dei cartelli pubblicitari con un uomo senza volto e vestito con un abito elegante nero.


ReatiModifica

  • Il 31 maggio 2014, nello stato del Wisconsin, nella contea di Milwaukee, si verificò un reato che coinvolse due dodicenni, Morgan E. Geyser e Anissa E. Weier, in un tentato omicidio nei confronti di un'altra coetanea, Payton Isabella Leutner. La faccenda ha causato un enorme shock mediatico, tanto da diventare uno dei casi più seguiti negli Stati Uniti d'America. È stato verificato il motivo del tentato omicidio nei confronti della vittima, che mette in luce una macabra verità: secondo gli interrogatori fatti sulle due omicide risulta che le due ragazzine volevano sacrificare la loro coetanea a un personaggio dell'orrore, Slender Man appunto, che spopolava sulla rete. Le due dodicenni hanno avuto una condanna di tentato omicidio e sono state condannate come adulte a scontare una pena detentiva.
  • Il 6 giugno 2014, nello Stato dello Ohio, nella città di Hamilton, si verificò un'aggressione: una madre di ritorno dal lavoro venne aggredita in cucina da sua figlia tredicenne con indosso una maschera bianca. La figlia è stata arrestata per tentato omicidio e condannata a scontare una pena detentiva in un centro di detenzione giovanile. È stato verificato il motivo dell'aggressione: la figlia era ossessionata dal personaggio immaginario Slender Man; la madre ha dichiarato che la figlia ha problemi di salute mentale, ma che non aveva mai immaginato che potesse succedere un fatto del genere.
  • Il 4 settembre 2014, nello Stato del Florida, nella città di Port Richey, una quattordicenne, Lily Marie Hartwell, ossessionata da Slender Man, avrebbe dato alle fiamme la casa con dentro sua madre e il fratellino di 9 anni. Miracolosamente entrambi riuscirono a scampare al rogo svegliati dall'allarme antincendio della casa, ma rendendosi conto che la figlia non era fuori con loro la madre cercò di rientrare in casa per salvare la figlia, tuttavia le fiamme glielo impedirono. I vigili del fuoco, sopraggiunti, rischiarono la vita per cercare di salvare dall'incendio la quattordicenne che secondo la madre era rimasta intrappolata, ma durante la ricerca i vigili del fuoco conclusero che la ragazza non era all'interno della casa. Più tardi la quattordicenne contattò la madre con un messaggio dichiarando di essere stata lei a causare l'incendio. L'adolescente fu rintracciata e arrestata dalle forze dell'ordine per incendio doloso e duplice tentato omicidio nei confronti della madre e del fratellino.


AltroModifica

  • Aleks Krotoski, un commentatore della BBC Radio 4, si è riferito allo Slender Man come "Il primo grande mito del web".
  • Tye Van Horn, uno scrittore della The Elm, ha dichiarato che lo Slender Man è la personificazione della paura verso l'ignoto.
  • Eric Knudsen potrebbe aver creato il personaggio Slender Man ispirandosi su un altro personaggio creato da Ben Croshaw nel 2003, in una serie di videogiochi intitolati Chzo Mythos. La serie di giochi comprende un capitolo intitolato: Trilby's Notes, dove una creatura chiamata "Cabadath", a volte indicata come "Tall Man", presenta notevoli similitudini con lo Slender Men. Il personaggio viene descritto come un uomo alto e magro, dal volto vuoto, vestito con un lungo cappotto nero.

CopyrightModifica

La Slender Man non appartiene al dominio pubblico. Eric Knudsen ha registrato un copyright sul nome "Slender Man" nel gennaio 2010. Diverse imprese a fini di lucro che coinvolgono la figura Slender Man hanno inequivocabilmente riconosciuto Knudsen come il creatore di questo personaggio; inoltre, alcuni progetti commerciali, compreso un film finanziato su Kickstarter, sono stati bloccati a seguito delle denunce legali dei detentori dei diritti. Anche se Knudsen ha dato la sua benedizione personale a una serie di progetti di Slender Man correlati (webserie e opere sul web), il tutto è complicato dal fatto che, nonostante lui sia il creatore del personaggio, i diritti di adattamento in altri media, incluso il cinema e la televisione, sono in possesso di terzi. L'identità del detentore dei diritti non è stata resa pubblica. Lo stesso Knudsen ha dichiarato e sostenuto che la sua applicazione del diritto d'autore non ha che fare con i soldi bensì con l'integrità artistica del personaggio stesso.

TerminologieModifica

Nelle numerose opere legate allo Slender Man, sono stati coniati alcuni termini utilizzati per indicare il personaggio stesso o entità in qualche modo collegate ad esso.


  • The Operator
    Il termine The Operator (in italiano: l’Operatore) viene usato per indicare Slender Man nella webserie Marble Hornets.
  • Proxy
    Il termine Proxy (intermediario) viene usato per indicare le entità o persone che sono sotto l'influenza o il controllo di Slender Man. Questo termine è stato usato per la prima volta nell'ARG (Alternate Reality Game) DarkHarvest00.
  • Mutinoxy
    Il termine Mutinoxy viene usato per indicare entità o persone che sono riuscite a liberarsi dal controllo di Slender Man. Il termine Mutinoxy, derivato dall'incrocio delle parole mutinous (ammutinato) e proxy, viene usato dai Proxy per riferirsi ai Proxy traditori. Il termine viene utilizzato nella scrittura delle fanfiction che vedono come protagonisti Slender Man o i Proxy.
  • The Collective
    Il termine The Collective (i collettivi) viene usato per indicare i gruppi di Proxy che praticano le volontà di Slender Man. Si dividono principalmente in due categorie: i Guardians (guardiani) si occupano di salvaguardare il gruppo dalle minacce degli Hunters (cacciatori), mentre i Served (servi) si occupano di eseguire la volontà di Slender Man, ad esempio lasciando o rimuovendo indizi. Questo termine è stato introdotto per la prima volta nell'ARG TribeTwelve.
  • The Renegades
    Il termine The Renegades (i rinnegati) viene usato per indicare i gruppi di Mutinoxy che hanno deciso di vivere insieme per sopravvivere alla persecuzione da parte dei Proxy o di cercare di eliminare la maledizione di Slender Man che li ha condannati. Il termine viene usato nella scrittura delle fanfiction che vedono come protagonisti Slender Man o i Proxy.
  • The Hunters
    Il termine The Hunters (i cacciatori) viene usato per indicare coloro che danno la caccia a Slender Man, come ad esempio gli agenti della SCP Foundation. Il termine viene utilizzato nella scrittura delle fanfiction che riguardano la SCP Foundation o individui che danno la caccia a Slender Man.


Fonte: Wikipedia

CorrelatiModifica

Correlati

Creepylegend

Slenderman

ARG

Marble Hornets

Weird Tales

Omicidio per Slenderman

Proxy & CPFF Monsters

Masky · Hoody · Ticci Toby · The Chaser · Charlie Matheson Jr. · Rouge · The Slender's Brothers

Fan Fiction

L'altra faccia di Slenderman · Slenderman - The true story · Il mio amico bianco · Lo Slenderman non esiste · La Storia di S · Faccia a faccia · Slenderman Vs Jeff the Killer · Altre FanFiction

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale