FANDOM


Tutti conoscono Spongebob, no? Quella piccola spugna gialla che sta sempre a ridere e ad infastidire i vicini, è sempre un personaggio goffo, insieme al suo migliore amico, una stella marina chiamata Patrick. Beh, ora che abbiamo l'introduzione vorrei farvi sapere quello che ho, o meglio che HO AVUTO: una copia molto rara di un episodio di Spongebob, scritto niente meno che da Steven Hillensburg. Mentre visitavo gli studi Nickelodeon nel Giugno del 2008 (lasciatemi dire che i biglietti per entrare non sono stati facili da prendere) ho incontrato il Sig. Hillenburg in uno dei lotti principali dello studio. No, veramente mi ci sono imbattuto. Vedete... mi ero intrufolato in una zona di massima sicurezza e beh... ho allertato le guardie e... vabbè avete capito. Dopo averci sbattuto contro, mi sono scusato. Il sig. Hillenburg mi guardava come se fosse in trance. Ho agitato la mia mano vicino alla sua faccia, ma ha continuato e mi ha sorpassato. Questo mi ha messo un po' a disagio. Una volta allontanato ho notato una cosa a terra dove stava lui. Era una videocassetta. Non aveva nessun titolo distinguibile, o niente che mi facesse capire che cosa conteneva. Non c'erano adesivi, niente. La presi e corsi via dal lotto. Circa una settimana dopo il mio viaggio in aereo a Chicago, mi ricordai della cassetta. Visto che avevo un masterizzatore da VHS a DVD che avevo ricevuto lo scorso Natale, presi un DVD vuoto e lo misi nella parte per i DVD e poi misi la cassetta nella parte per i VHS. Dopo circa 30 minuti tolsi il DVD e la cassetta. Dovevano aver finito di trasferire il file. Comunque, misi il DVD nel mio computer e decisi di vedere nella cartella. C'era un filmato chiamato "Pearl.avi"... Pearl?! Feci doppio click sul file e uscì la schermata del lettore multimediale di Windows. "SIETE PRONTI, RAGAZZI??" "SÌ, SIGNOR CAPITANO!" Era un episodio di Spongebob! Mi dissi "Oooh! Era da tanto che non ne vedevo uno!" Spongebob era uno dei miei cartoni preferiti quando avevo 10 anni. Quando sentivo la risata nasale della spugna le mie orecchie cantavano per la gioia... beh, metaforicamente parlando, ovviamente... Quando doveva uscire il titolo dell'episodio notai qualcosa di strano... Il titolo non c'era, andava direttamente all'episodio. Vennero mostrate le 3 cose che amavo di Spongebob: l'ananas, la testa dell'Isola di Pasqua e la roccia con sopra l'antenna. Sorrisi con nostalgia appena sentii la risata di Spongebob risuonare nelle casse del computer. Stava guardando la TV. Circa 5 secondi dopo, Pearl, la figlia di Mr. Krab, irruppe nella casa, sfondando la porta. Piangeva istericamente, ma in maniera comica, con delle fontanelle che le uscivano dagli occhi. Spongebob arrivò e le disse "Che succede?". Pearl replicò "Oh Spongebob! È terribile! Papino non mi parla! Non ha detto una singola parola per tutto il giorno! Sta seduto per tutto il tempo seduto nella sua stanza sospirando e guardando il pavimento..." Spongebob le rispose in un tono eroico "Mr. Krab? E' strano... Non ti preoccupare Pearl! Gli andrò a parlare!". "Lo farai, Spongebob?" Disse Pearl con uno sguardo felice. Spongebob annuì e Pearl lo abbracciò dicendo "Sei il migliore!" Lo schermo cambiò con le bolle e Spongebob era davanti all'àncora in cui vivevano Mr. Krab e Pearl. Bussò alla porta e uscì una chela di Mr. Krab che lo prese portandolo dentro. "Spongebob, ragazzo! Sono lieto che sei qui. Devo dirti qualcosa". "Cosa, Mr. Krab?" chiese Spongebob. "Riguarda... Riguarda Pearl. Vedi, lei è... Lei è...". Spongebob confuso chiese "Lei è cosa, Mr. Krab?" Uno sguardo truce apparve sulla faccia di Mr. Krab "È adottata, ragazzo..." Spongebob urlò "ADOTTATA?!". Una chela prese le labbra di Spongebob e le tirò con fare comico "Shh! Potrebbe stare fuori ad ascoltarci! Ora, ragazzo... vorrei che tu andassi a dirglielo... io... io non posso farlo", delle lacrime iniziarono ad uscire dai suoi occhi. Spongebob sembrava sconvolto "M-ma non posso farlo! Le spezzerà il cuore!". "SPONGEBOB! E' UN ORDINE!!" disse Mr. Krab con tristezza e frustrazione. "S-sì signore!" disse Spngebob mentre correva via. A questo punto mi iniziai a sentire un po' strano. Non era lo stesso programma che conoscevo. Era più adulto. Ora, anche se adesso mi piacevano le cose per adulti (non pensate male porconi) questo episodio mi mise davvero a disagio. Dire a qualcuno che era adottata non era una cosa semplice. Credetemi... Comunque, tornando all'episodio... La schermata ritornò sulla casa di Spongebob. Pearl, appena lo vide tirò su col naso e aprì i resti della porta. È molto contenta di vederlo. "Spongebob!" lo chiamò con tono eccitato, "Hai scoperto perché papino non mi parla?" Spongebob disse timidamente con voce bassa "S-sì, l'ho scoperto." Pearl disse con tono interessato "Che succede, Spongebob?" Quindi si sentono i pensieri di Spongebob "Che devo fare? Devo dirglielo? O devo mentire a Mr. Krab? No... non risolverei niente. Mr. Krab probabilmente mi ridurrebbe la paga a un centesimo se non lo faccio..." Questo mi fece ridacchiare un po' appena pensai che Mr. Krab era un taccagno. La mia risata si fermò appena sentii Spongebob dire "Pearl... non so come dirtelo... tu sei... sei... adottata..." Gli occhi di Pearl si aprirono molto e sia io che Spongebob ci rannicchiammo. Quindi sentii una risata provenire dalle casse. La risata di Pearl "Bella, Spongebob! Ma dimmi veramente, perché papino non mi parla?". "Pearl, è la verità... Mr. Krab mi ha detto di dirtelo..." "Cosa?! No... stai mentendo!" Pearl schiaffeggiò Spongebob molto realisticamente, lanciandolo per la stanza. Pearl scappa via con le lacrime agli occhi. Va da suo padre e trattenendo le lacrime dice "Papino... per favore dimmi che non è vero... dimmi che Spongebob mente..." Mr. Krab inizia a piangere e con voce traballante le disse "Sì... è vero... quando eri una bambina e mentre io ero a rubacchiare in giro con il mio metal detector nella periferia di Bikini Bottom, mi imbattei in te e tua madre. O quello che ne rimase dopo che le conchiglie giganti la presero..." Ci fu un flashback e questa volta mi rannicchiai. C'erano gli occhi della madre di Pearl che erano stati cavati con un arpione, la lingua fuori e un po' masticata, delle pinne c'erano solo le ossa, la pelle della gabbia toracica era strappata e mostrava i muscoli in decomposizione, e la gola aveva un buco, che mostrava la laringe e la trachea. A questo punto mi girai e sentii dire "Ho trovato tua madre che giaceva lì, in decomposizione, quando ho sentito un pianto provenire dalle vicinanze. Veniva da te. Sembrava che eri appena uscita fuori da tua madre. Ti ho raccolta, ti ho portato a casa e ti ho pulita. Ti ho tenuta per circa 16 anni. Ho ritenuto che era meglio se te lo dicevo ora, visto che sei grande abbastanza per capire" A quel punto iniziai a piangere. Era troppo adulto... Troppo reale per il programma che conoscevo e che amavo. Volevo fare clik sulla X in alto a destra, ma non potevo. Pearl corse fuori piangendo. Non il pianto comico di prima, ma un pianto realistico... più umano. "Spongebob, ragazzo mio! Inseguila! Queste piccole gambe non la raggiungeranno! Ti prego!". Spongebob annuì e corse dietro di lei chiamando il suo nome. Pearl correva sempre più forte e Spongebob faceva fatica a raggiungerla. Pearl si fermò in cima a un precipizio di corallo, si girò e disse a Spongebob "Fermo" mettendogli una pinna davanti "Sai cosa si prova... a non conoscere la propria madre? A stare con un crostaceo tutta la vita pensando che sia tuo padre anche se siete completamente differenti? Voglio dire... come può un crostaceo avere una balena come figlia? La voce di Pearl era davvero tremolante, stava quasi per piangere senza controllo. "Non credo che tu sappia... cosa si prova a sentirsi dire bugie per tutta la tua vita... a non conoscere la tua vera famiglia... non voglio più che mi si tenga qualcosa nascosto!" Pearl iniziò a procedere e a cadere all'indietro in un baratro apparentemente senza fine. Spongebob urlò "ASPETTA PEARL!!" e corse per il pendio su cui aveva inseguito Pearl. Corse più veloce che poteva ma non era arrivato ancora alla fine quando sentì un forte, disgustoso crack. Mi ritirai al suono. Era come un osso che si spezzava in due. Quando Spongebob raggiunse Pearl, la sua faccia era schiacciata con forza per terra. Il suo collo era spezzato in due. I suoi occhi erano grigio-blu ed erano senza anima, come una persona che ha ceduto alla morte. Spongebob le si avvicinò silenziosamente, le sue scarpe non facevano più quel buffo suono. Si inginocchiò realisticamente vicino al corpo e iniziò a piangere umanamente e senza controllo. Abbracciò il corpo, guardando verso il cielo e disse "Perché, Nettuno? Perché? Era così giovane! Perché?!". Questo mi fece piangere insieme alla spugna. L'episodio finì con una schermata nera. Non ci credevo! Perché Hillenburg ha fatto un episodio del genere?! Dopo di questo andai a letto. Il giorno seguente, dopo essere tornato dal lavoro, decisi di estrarre l'episodio e di metterlo su Youtube in due parti da 15 minuti ciascuna. Ma quando tornai a casa, vidi che tutto era un disastro. Carte ovunque, la TV sparita, il computer, il mouse e tutte le mie penne USB erano sparite, insieme al masterizzatore. "Oh merda... sono stato rapinato. Dov'è il video? Dov'è?" dissi e iniziaii a cercare la cassetta con l'episodio. Non riuscii a trovarla. Era l'unica cassetta che possedevo e i ladri pensavano che ci avrebbero fatto qualche soldo. Lo immaginai pure io. Quindi, inutile che lo dica, ma non ho più il video. Mi scuso ancora. Non credo che nessuno abbia visto il Suicide Mouse su Youtube. Questa storia è un monito per chi ha trovato strani nastri. Non si può mai sapere cosa starete per guardare.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale