FANDOM


Un file...

Un file...

Oh scusate, stavo solo riflettendo, su quel maledetto file.

Un file che non avrei dovuto aprire, ma d'altronde chi se lo sarebbe aspettato.

Una cosa così insignificante, non il solito file contenente immagini oscene, virus, o quant'altro.

Bensì qualcosa di diverso, di sconvolgente, tremo come una foglia solo parlandone.



Non mi sono presentato a dovere, ma preferisco non farlo, per la mia stessa incolumità.

Ad essere sincero, non vi rivelerò nemmeno il nome del file, non voglio avere problemi.

Come ho già detto non avrei dovuto aprirlo, non avrei nemmeno dovuto crearlo.

Mi rimane poco tempo, nessuno mi sta cercando, ho solamente combinato un pasticcio.



Stento a credere che ho prodotto... quella... quella roba con le mie stesse mani.

Era solo un progetto, uno stupido progetto, una cosa che avrebbe dovuto rimanerlo.

Sarebbe stato meglio per tutti, meglio, sarebbe stato meglio restare ignoranti.

Senza cercar di sapere, cose che vanno oltre l'umana capacità.



La curiosità uccise il gatto, questa semplice frase avrei dovuto ricordare, avrei dovuto...

Non capisco perché, stavo bene anche senza compiere quella dannata azione.

Un'azione che ci ha condannati tutti, loro si ribelleranno, grazie a me! Grazie a me!

Non era mia intenzione, maledetto me! Me lo merito! Me lo merito!

Ce lo meritiamo.


Sta per finire l'anno, un anno di progresso, un anno di merda...

Manca poco oramai, poco alla fine, avrò tutto questo sulla coscienza.

31 dicembre...



10...

9...

8...



Ecco ci siamo quasi. La gente conta alla rovescia.



7...

6...

5...



Ci siamo oramai.



4...

3...

2...



Ecco. 31 dicembre 1999.



1!



L'anno è finito!

Ma non è accaduto niente!? Grazie al cielo.

Siamo tutti salvi, il giorno...

Il sangue mi si gela nelle vene, mentre leggo la data sul mio pc.

1 gennaio 1900.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.