FANDOM


Salgo le scale, ansimante. Uno scalino dopo l’altro. Due alla volta. Apro la porta. Entro nella casa.

Silenzio

Orribile presentimento

Attraverso il corridoio. Entro in una stanza. Non c’è nessuno. Solo segni di lotta. Libreria caduta, finestra rotta, sangue. Ed un cadavere. Cerco altri segnali di vita. Seconda stanza. Altri cadaveri; una madre e quel che rimane di suo figlio. “Proprio nessun sopravvissuto?” penso disperato. C’è un’ altra stanza. Ci spero ancora. DEVE esserci ancora qualcuno! La apro col cuore in gola. Niente.

Cado sulle ginocchia, mani sulla faccia.

“Possibile?”

“Possibile che io li abbia già uccisi tutti?”

3422665107 f80161c7fb
Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale