FANDOM


Lei... era lì mentre nella tua piccola stanza il vento

ululava con tormento

contro le finestre... minacciando di distruggerle

per lei sarebbe stato facile come schiacciare lucciole,

Lei... era lì quando tu piccolo paffuto neonato la guardavi,

non era bella quella pelle che cadeva, i pochi capelli e le

ustioni... Non sapevi niente del mondo e ti spaventavi,

Lei... Era lì il tuo primo giorno di scuola quando con spavento,

non capivi quell'alito freddo dietro la nuca, la sensazione di terrore,

oh, eri così divertente...

Lei... Era lì quando eri andato all'ospedale per quell'esame

bramava il sangue che ti usciva dal braccio con lentezza...

Lei... Era lì quando ti diedero il tuo primo computer, i suoi arti

si muovevano bramando il momento in cui l'avresti vista riflessa

contro il vetro oscuro,

Lei... Con i suoi arti lacerati e la sua bocca sanguinolenta,

aveva tanto desiderato che il tuo primo bacio fosse per lei,

ed ora Lei... è ancora con te magari proprio lì a pochi centimetri

da te... Il suo respiro coperto dalla ventola del tuo pc... E dimmi

adesso non senti il suo alito freddo sul collo? Magari aspetta

ancora il suo bacio... Lei...

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale