FANDOM


Entrai nella casa.

Ce ne misi, di tempo ed energie, per arrivare fin qui.

Tutti quei sacrifici... Quella gente.

Non mi importava cosa avrebbe comportato.

Avrei vendicato mio fratello Lucas.

Avrei ucciso quella cosa, non mi importava se Lui fosse stato d'accordo. Tanto ormai ero troppo dentro per girare i tacchi.

Perché Lucas, perché hai dovuto farlo? Non ti bastava la tua vita? Volevi il brivido? Oramai l'unico brivido che potrai provare è la lontana speranza di un annientamento completo. Sarei venuto io a salvarti, fratello.

Arrivai allo scantinato, i membri della setta si disposero nell'ordine stabilito, non sapendo ancora il mio vero intento. Idioti.

Il sacrificio di quel giorno sarebbe stata una bambina... Peccato per loro che mi fossi portato dietro la spada di san Pietro.

Il sangue colava copiosamente dai loro corpi sul cerchio alchemico, mentre le pareti diventavano nere e dense, liquide, fino a scomparire del tutto. Perfino la bimba era sparita. E poi lo vidi.

"Dicono che il mio colore sia il rosso. Beh, oggi tu ne hai dato prova." incalzò beffardo. Io non dissi neanche una parola. LUI SAPEVA già tutto. "Sei venuto qui per tuo fratello, no? Beh, e se invece potessi avere qualcosa di più? Che te ne fai di un fratello, quando hai la vita eterna? L'onnipotenza?" Credeva di fregarmi ma lo faceva solo perché avevo la Spada con me.

Non persi tempo e mi gettai contro di lui con una furia cieca e animale. Non mi potevo immaginare più incazzato di così. La battaglia fu furibonda, ma alla fine testa dopo testa lo uccisi. Mi inquietò molto il fatto che da lui non sentii altre parole se non queste prima di svanire: "Alla fine, ho compiuto il mio lavoro... Come al solito, un altro allocco nella mia gabbia".

Ora capisco cosa intendeva, io ora lo capisco bene. Lui non mi vuole più, si è anche ripreso la spada. È vero, mi aveva avvertito, ma ora... Ne è valsa la pena, io e mio fratello siamo di nuovo insieme e mi vendicherò su di Lui! Per avermi ripudiato dopo la mia trasformazione.

Sono passati secoli da quell'orrore, ma io continuo a provare odio... Per quelli che hanno il diritto di essere felici. Ma mi so vendicare della loro felicità, oh, sì. Lui piange mentre mi vede avvelenare le acque e torturare le Sue creature, quasi dimenticandosi che io ero uno di esse. Ora devo lasciarti: stanno per sacrificare qualcuno in mio onore... Li divorerò tutti. Che idioti.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale