FANDOM


Ero li, seduta su quella fredda panchina con il vento che ululava, erano più o meno le 7 di sera di un venerdì dicembre.

Le mani erano diventate viola dal freddo e io che sono solita a mettermi magliettine corte sotto i giubbotti stavo morendo congelata.

Ero davanti al mio palazzo e non avevo voglia di tornare subito a casa siccome era da un po' di giorni che continuavo a scazzare con mia madre così per far passare del tempo mi accesi una sigaretta.

So che il fumo fa male, ma quando fumo tutto ciò intorno a me svanisce e immagino di essere trasportata in alto nel cielo insieme a quel fumo, inizio a guardarmi un po in giro, ad ammirare le cose in torno a me finchè il mio sguardo non cade sul tetto del mio palazzo.

All'inizio non metto bene a fuoco così provo a socchiudere gli occhi e noto una forma, era una ragazza in piedi sul cornicione tenta a buttarsi da un momento all'altro.

Il primo impulso è stato quello di buttare la sigaretta ed entrare nel palazzo.

Ho iniziato a far le scale due a due più veloce che potevo, dovevo fermarla.

Arrivata all'ultimo piano aprii di colpo la porta di ferro del tetto.

Ero pronta a fermarla...

sul tetto non c'era nessuno.

Mi avvicinai al cornicione dove l'avevo vista e guardando giù notai una ragazza su una panchina mentre fumava una sigaretta. 

Mi guardo.

.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.