Fandom

Creepypasta Italia

La leggenda di Bloody Mary

2 590pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commenti34 Condividi

Il ritoModifica

Secondo la leggenda, chi desidera evocare Bloody Mary deve chiudersi in bagno davanti allo specchio, con solo una candela che illumini la stanza, e pronunciare il suo nome per tre volte di fila. Nel caso non funzionasse, bisogna ripetere la procedura e, mentre si pronuncia la formula, occorre anche fare un giro intorno a se stessi.

Una volta svolto il rito, si dovrebbe vedere allo specchio l'immagine spettrale e potrebbero accadere una delle seguenti terribili conseguenze:
Large (16).jpg
  1. il fantasma strapperà i tuoi occhi e sfregerà orribilmente il tuo viso;
  2. ti troveranno morto con segni di artigli su tutto il volto e sul corpo;
  3. Bloody Mary ti intrappolerà nello specchio per l’eternità.

La storia di Bloody Mary Modifica

Il gioco si basa su varie leggende e storie mescolate tra di loro che, nel corso degli anni, sono diventate le basi principali per la storia che circonda la creepypasta.


La ragazza sepolta viva Modifica

Sepolto vivo.jpg

La leggenda che tutti noi conosciamo fa riferimento ad una ragazza sepolta viva dai propri genitori.

La storia si svolge tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, in una cittadina americana; a quel tempo la medicina non era ancora molto sviluppata e in giro c’erano ancora molte epidemie mortali, come il vaiolo e la peste.

Mary, una ragazza di 16 anni circa, viveva con la madre lavandaia e il padre dottore. Ad un certo punto Mary si ammalò di Difterite e andò in coma. La malattia era contagiosa e il padre dottore fece credere a tutti che per la figlia non ci sarebbe stata più speranza seppellendola lui stesso.

La madre, una donna di fede, non riuscì ad accettare l’accaduto e, pensando ad una possibile sopravvivenza della figlia, legò al polso della deceduta una corda collegata ad un campanellino; questo perché, nel caso si fosse svegliata, l’avrebbe sentita e salvata.

Quella notte, però, entrambi i genitori caddero in un sonno profondo e non sentirono nessun suono.

Il mattino seguente, fecero una scoperta agghiacciante: il campanellino era a terra e, riesumando la ragazza, la trovarono sporca di sangue, con le mani logorate che testimoniavano i suoi ultimi tentativi di liberarsi; il coperchio della barra era graffiato, su di esso erano rimasti lembi di pelle e pezzi di unghie; sul suo viso una smorfia di puro terrore. La ragazza, adesso, era morta veramente, per asfissia.


Mary Tudor Modifica

Mary Tudor.jpg

La vera origine dei nomi “Bloody Mary” e “Mary Worth”, altro nome attribuitole, si pensa che derivi dalla figura storica della regina Mary Tudor, che regnò in Inghilterra dopo la morte del fratello Edoardo VI, che fu così soprannominata per il suo violento tentativo di riportare l’Inghilterra tra le nazioni cattoliche.

La donna non era in grado di avere figli e soffrì di due gravidanze fantasma, questo si collega ad un’altra versione del rito dove, al posto di recitare "Bloody Mary" per tre volte, si dovevano pronunciare le esatte parole “Ho rubato il tuo bambino”.


Mary Worth Modifica

Mary Worth era una strega vissuta più di 100 anni fa. Aveva l’abitudine di catturare schiavi fuggiaschi e tenerli nella sua stalla; in seguito, li usava durante i suoi diabolici rituali di magia nera. Alla fine, la gente del posto si fece giustizia da sola, bruciando Mary Worth sul rogo.


Mary Worthington Modifica

Nel 1960, una bellissima e vanitosa ragazza di nome Mary Worthington fu coinvolta in un incidente stradale e il suo viso rimase terribilmente sfigurato. Nessuno riusciva più a guardarla e nemmeno lei stessa poteva sopportare la sua vista allo specchio. Un giorno, non riuscendo più a reggere questo terribile sfregio, si suicidò.


Mary Whales Modifica

Questa leggenda è simile alle precedenti, in questo caso per evocare il suo spirito, bisogna pronunciare la formula “I believe in you, Mary Whales” (Io credo in te, Mary Whales), oppure “Mary Worth, Mary Worth, I believe in you, Mary Worth”.


Elizaberth Bathory Modifica

Un’altra storia possibilmente collegabile a Bloody Mary è quella della nobildonna ungherese Erzsébet Báthory, conosciuta anche come Elizabeth Bathory, che visse nel periodo che va dal 1560 al 1614. Era nota anche come “la Contessa Dracula” o “la Contessa sanguinaria”, questo perché si credeva che torturasse molto ragazze, uccidendole per poter fare il bagno nel loro sangue. Questo suo rito era dovuto al fatto che pensasse di poter preservare la sua bellezza giovanile. Ha ucciso più di 600 vittime in tutto, utilizzando la mazza rovente, la vergine di ferro, spille, lame e acqua gelida. Alla fine, i suoi crimini furono scoperti e venne murata viva nel suo castello in Slovacchia.


Mary Weatherby Modifica

Mary Weatherby era una donna che fu accoltellata a morte dal marito. Si dice che, se si è in una stanza buia e si pronunci il suo nome per tre volte, apparirà lei con il volto mutilato, inseguendoti con un coltello insanguinato.


Mary Lou Modifica

Mary Lou era una ragazza che viveva negli Stati Uniti nel 1950. Al ballo di fine anno, fu incoronata reginetta. Qualcuno decise di giocarle un brutto scherzo con dei petardi, così il suo vestito prese fuoco e la ragazza fu bruciata viva.


Mary Johnson Modifica

Mary Johnson era una strega bruciata al rogo durante i processi alle streghe di Salem. Per evocare il suo spirito bisogna essere in più persone, posizionarsi come in un cerchio tenendosi per mano in una stanza completamente buia e ripetere insieme “Come, Mary Johnson, come!” (Vieni, Mary Johnson, vieni!). Apparirà una luce fioca sopra la testa di una persona.


Hell Mary Modifica

Hell Mary è la preghiera invertita di Ave Maria. La leggenda narra che, se si va in una stanza buia, guardando lo specchio e recitando Hell Mary per 7 volte, lo specchio inizierà a sanguinare e si vedrà il volto di Satana.


Svarta Madama Modifica

In Svezia, esiste una versione chiamata Svarta Madama (Signora Nera). Lei apparirà nello specchio se si pronuncerà la frase “Io non credo in te, Svarta Madama” per 12 volte. Ella ha la pelle nera, capelli verdi, denti rossi e occhi gialli luminosi.


The Queen of Spades Modifica

La regina di picche.jpg

La Dama Pika (o regina di picche) è la versione russa di Bloody Mary.






Verònica Modifica

Verònica.jpg

Verònica è la versione spagnola di Bloody Mary.






Kuchisake-onna Modifica

Kuchisake-onna1.jpg

I giapponesi hanno la loro versione di Bloody Mary, denominata Kuchisake-onna oppure The Slit-Mouth Woman.

Per un maggiore approfondimento, visita questa creepypasta:

Kuchisake-Onna




Candyman Modifica

La leggenda urbana Candyman è ispirata a quella di Bloody Mary.

Candyman.jpg








Fonte: http://www.scaryforkids.com/bloody-mary-legend/

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


NarrazioniModifica

La leggenda di Bloody Mary-creepypasta 1502:39

La leggenda di Bloody Mary-creepypasta 15

Narrazione di Il racconto del GP

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale