FANDOM


Stavo allenando il mio Sandshrew nel deserto a fianco a Cuordilava (ho sempre avuto un debole per Sandslash) quando ad un certo punto un maledettissimo Trapinch lo mise K.O. Lanciai in campo il mio Blaziken e terminai così la lotta imprecando, per poi lasciare la zona sabbiosa in fretta e furia.


Cuordilava era vicina, ma la strada principale era sbarrata; non avendo un Pokémon con me che conoscesse Spaccaroccia, mi incamminai per Brunifoglia.



Ero nei pressi di una casa quando il mio povero Sandshrew svenne per la fatica, così decisi di chiedere aiuto ai suoi abitanti, sperando in qualche pozione o bacca.


La casa era abitata da una vecchietta che mi fece entrare subito e, saputa la storia, invitò me e i miei Pokémon a riposarci. Date le condizioni di Sandshrew, accettai e ci facemmo una bella dormita.


Mi svegliai con un leggero mal di testa. Era ormai sera inoltrata, ma ero prontissimo a ricominciare la mia avventura. La vecchietta fu però di un altro parere e insistette affinché riposassi di più, data l'ora tarda e il buio. Non avevo fretta di fare evolvere il mio Sandshrew, ma volevo fosse il più energico possibile, perciò accettai l'offerta e passai lì la notte.



Mi svegliai verso le 9.30, era una splendida mattina. In casa non c'era nessuno, chissà dove era andata la nonnina...


Non importa, mi dissi. Lasciai un biglietto e re-iniziai la mia sessione d'allenamento. Tornai nel deserto. Me lo sentivo, ancora poco e avrei avuto un bellissimo Sandslash.


Eravamo ormai ad un buon punto nel nostro allenamento quando ad un certo punto vidi qualcosa di insolito ed imponente, un Pokémon che non avevo mai visto prima. Era molto strano, assomigliava ad uno squalo, era bipede e presentava una strana stella sul muso e borchie ovunque; il Pokédex lo identificò come Garchomp.


Era bellissimo. Ancora prima che l'apparecchio l'avesse identificato appieno avevo già deciso che l'avrei assolutamente catturato, ma ero talmente emozionato che per sbaglio lanciai la Pokéball che conteneva Sandshrew. Quella cosa era imponente, era ovvio che non avrebbe potuto competere. Stavo per ritirare Sandshrew quando il Pokémon squalo, con un balzo, raggiunse il mio Pokémon e lo azzannò, per poi portarselo via stretto tra le terribili mandibole.



Lo rincorsi, ma ne persi le tracce per colpa della tempesta di sabbia improvvisamente intensificatasi. Ma non mi arresi, e dopo molte ricerche trovai un corpo accasciato per terra, semi ricoperto dalla sabbia.


Era il mio Sandshrew, lo riconobbi da una piccola cicatrice che aveva sotto il mento. Perdeva moltissimo sangue, ma almeno respirava ancora e rispose quando lo chiamai, in preda al terrore di averlo perso. Lo presi in braccio e corsi a chiedere aiuto alla stessa vecchietta del giorno prima.


Arrivato alla casa bussai, ma nessuno rispose. Cercai di aprire la porta ma era bloccata. Era un'emergenza, così decisi di sfondarla.


Appena irruppi, trovai la stanza completamente vuota e imbevuta nell'oscurità. Mi guardai attorno con disperazione e tutto a un tratto le pareti, il soffitto, il pavimento... tutto quanto attorno a me cominciò a sbriciolarsi, persino Sandshrew tra le mie mani divenne sabbia senza forma.


Ero circondato dal nero, ero in mezzo al nulla... che cosa stava succedendo?
Fui pervaso da un senso di angoscia e disperazione.


Stare lì non avrebbe portato a nulla, quindi a malavoglia decisi di mettermi a camminare per cercare una qualche soluzione. Camminai per ore, sentendomi sempre più vuoto, fino a quando non intravidi due strane sagome. Non capii cos'erano, perciò mi avvicinai, e scoprii che quelle strane ombre erano due Houndoom.

Che cosa ci facevano due Houndoom nella regione di Hoenn? No... non ero più ad Hoenn, anzi non sapevo neanche in che dimensione fossi.


Ma... cosa stavano facendo quei Pokémon? Mi avvicinai nuovamente e rimasi agghiacciato.


Uno degli Houndoom aveva in bocca il mio Sandshrew e lo stava scotennando. Ero già pronto a prendere il mio Blaziken e a vendicare il mio amico quando l'altro Pokémon diresse il suo sguardo verso di me, terrorizzandomi a morte. I suoi occhi erano dei grandissimi buchi neri che grondavano sangue e la bocca era contratta in un ghigno malefico. Ero totalmente spiazzato, quindi mi girai di scatto ed iniziai a correre inseguito dai due malefici Pokémon che guadagnavano sempre più terreno. Vidi una porta. Non mi chiesi neanche perché fosse lì e la aprii senza esitazione. Rimasi un'altra volta agghiacciato.


Vidi tantissime persone ma... non erano normali persone, erano quasi trasparenti... erano fantasmi. Tra loro intravidi anche la vecchietta, che mi guardò come per scusarsi. Ma allora non capii ancora per cosa dovesse fare ammenda. Mi girai lentamente quando con un balzo il ferocissimo Houndoom mi azzannò il collo.



Mi risvegliai di colpo sulla riva di una spiaggia. Ma... come ci ero arrivato lì? Ero circondato dal mare, mi trovavo su una piccola isoletta dalla folta vegetazione. Tutti i miei Pokémon e gli oggetti della borsa erano tornati. Anche Sandshrew stava bene, e ciò mi rese colmo di gioia.


Decisi di introdurmi nella foresta, per cercare qualche Pokémon che potesse imparare Surf e, dopo 20 minuti, mi trovai dinanzi a uno strano sentiero. Che potevo fare? Lo intrapresi aspettandomi di tutto.


Alla fine del sentiero intravidi una radura. Mi nascosi dietro a degli alberi e scorsi ciò che vi era al centro...
Ero impaurito e intimorito: dentro c'era uno spettro! Era tutto nero, fatta eccezione per la testa bianca attaccata a un pezzo di corpo rosso.


Era un Pokémon? Provai ad analizzarlo, ma quando il mio Pokédex riuscì nell'intento, emise il fatidico suono che mi fece scoprire. Il Pokémon aprì il suo unico occhio e mi riservò il peggiori degli sguardi, seguito da un urlo agghiacciante. Ero pietrificato. Letteralmente.


Sentivo freddo, il mio cuore batteva troppo forte, chiusi gli occhi e cercai di calmarmi.


Il mio cuore si era calmato. No... si era fermato.



Non sentivo più nulla... Mi alzai, lui era sparito; mi guardai attorno e lo vidi, il mio corpo giaceva per terra, macchiato di sangue e privo di vita.



Anche io sono diventato un'anima maledetta, un'anima maledetta del mio assassino, Darkrai, il re degli incubi.



E se sarai tu lo sfortunato, ti giuro che mi dispiace.



Incubo.jpg







Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale