FANDOM


Erano passati tre anni da quando io e la mia famiglia andammo in vacanza in Florida e siccome avevamo abbastanza soldi per permetterci una nuova vacanza io e mia sorella decidemmo di tornare a Disney world, i nostri genitori erano contrari all’idea visto che ormai eravamo entrambi adolescenti ma pensammo che sarebbe stato comunque divertente, io e mia sorella non vedevamo l’ora eravamo attratti dalla creatività e, beh, “magia” di quelle attrazioni, tuttavia c'era un altro motivo per cui volevo tornare lì.


Di solito si usa associare Disney world a parole come: divertimento, eccitazione, felicità. Ma non è sempre così, una notte mentre leggevo alcuni fatti interessanti su internet mi imbattei in una storia piuttosto interessante. Si trattava di un parco acquatico abbandonato a Walt Disney world, a quanto pare si chiamava ”River Country”.

Unknown

Ero inorridito da quella storia dal momento che in precedenza avevo pensato a Disney in modo più idealistico e perfetto. Il parco acquatico si trova ancora sulle rive di Bay lake proprio accanto ad un resort chiamato Walt Disney Fort Wilderness. Intorno a River country si trova una grande parete verde dove sono appesi alcuni cartelli con su scritto, “siamo spiacenti, River country è chiuso”.

Il parco è stato aperto nel 1976 la maggior parte delle attrazioni utilizzavano la vera acqua del lago. Lo stile era molto rustico, usava rocce artificiali che ricordano molto quelle usate sul Big Thunder Mountain Railroad. Si trovava anche una piccola diga che impediva a sporcizia o fango di entrare nel parco attraverso l’acqua del lago, era praticamente una palude artificiale. È stato aperto per 25 anni ma chiuse i battenti nel 2001 e nel 2005 la Disney annunciò che il parco sarebbe rimasto chiuso per sempre.

Disc1

Così per circa undici anni River Country rimase abbandonato, la natura ha ormai invaso il parco ma le attrazioni sono rimaste lì e così anche le rocce artificiali e la piccola palude artificiale (ormai diventata vera). Molti esploratori urbani si infiltrarono nella zona scavalcando il muro verde per scattare foto e fare video sul parco acquatico abbandonato, una delle ragioni ancora sconosciute oggi è perché il parco chiuse, volevo scoprirlo.

Volevo vedere alcune registrazioni della zona prima che chiudesse, dal momento che da quello che sentii, era un parco molto gioioso e vivace, e sempre pieno di turisti, rispetto allo stato di "città fantasma" di oggi. Ero senza internet così, circa due giorni prima della partenza andai alla biblioteca locale che archiviava molti vecchi video che la gente aveva trovato nelle loro soffitte e donato alla biblioteca per essere parte di un vecchio archivio storico. Sperando di trovare qualche buona ripresa chiesi alla bibliotecaria se per caso qualcuno avesse portato qualche cosa risalente al 2001, lei annuì e mi portò in un piccolo settore che conteneva molte vecchie cassette VCR e un paio di DVD qua e là. Dopo circa mezz'ora di ricerca finalmente trovai una cassetta con su scritto, “il vecchio parco acquatico“ inciso sulla parte superiore di essa.

Sembrava un termine usato per descrivere River Country durante i suoi giorni di gloria, così presi la cassetta e chiesi alla bibliotecaria se potevo portarmela a casa, ma lei mi disse che i video storici dovevano rimanere in biblioteca. Potevo però guardare la cassetta nella sala conferenze dietro alla Reception.

La bibliotecaria mi portò in una stanza senza finestre, prese una sedia e la mise vicino al televisore, dopodiché lasciò la stanza e chiuse la porta in modo che l'audio non disturbasse nessuno degli altri utenti nella biblioteca. Inserii la cassetta nel videoregistratore e spensi le luci così potei vedere meglio il video, anche se mi aspettavo comunque una qualità bassa.

Per circa la metà di un minuto lo schermo era grigio ed era accompagnato da un forte rumore acustico tipico di vecchie cassette VCR. Il grigio presto scomparì mostrando un filmato di due individui di fronte all'ingresso di River Country. Erano entrambi uomini, non si capiva se il video era stato registrato di notte molto tardi oppure molto presto al mattino, ma comunque nessuno a parte quei due si trovava nel parco. Alcune luci erano accese e nell'angolo in basso a sinistra dello schermo si trovava la data "1 novembre 2001". Questo era molto interessante perché il parco chiuse il 2 novembre del 2001.

I due uomini stavano parlando tra loro dicendo che gli era stato vietato l’accesso al parco il giorno prima, poiché aveva raggiunto il limite di turisti. Dissero anche che riuscirono a superare la sicurezza del parco potendo così entrare, i due si avvicinarono agli scivoli d'acqua più grandi nel parco subito dopo andarono verso quella palude artificiale dal colore verde, tutto normale visto che era acqua del lago. Una volta arrivato sulla parte superiore dell’attrazione uno dei due uomini si mise in posizione per scivolare verso il basso usando uno scivolo, i due risero su quello che sembrava essere uno scherzo, e infine il cameraman spinse il suo amico. Lo sentì urlare di gioia mentre scendeva verso il laghetto. Il cameraman andò poi verso la fine dello scivolo superando un ponte che attraversava la piccola laguna, raggiunse la riva del laghetto dove sentì una spruzzata.

Unknown-1

Il video cominciò a turbarmi. Dopo aver atteso per qualche minuto sulla riva il suo amico ancora non era emerso, il cameraman cominciò a piangere il nome del suo amico freneticamente, dopodiché corse verso Fort Wilderness per cercare aiuto. Si fermò di colpo vicino ad un piccolo laghetto per bambini, sentì un piccolo colpo di tosse ed istantaneamente si voltò e vide un'ombra appena visibile su una decina di metri dietro di lui. Sollevato, il cameraman iniziò ad avvicinarsi al suo amico felice che stesse bene, ma ancora una volta fu bruscamente interrotto.

La testa dell'amico pendeva verso il basso e lentamente si spostava verso l'alto, il cameraman andò in preda all’iperventilazione, il volto del suo amico era color cremisi, aveva del sangue secco incrostato intorno alla bocca e un po' scendeva dal mento, gli mancavano tutti i capelli, ma una delle parti più inquietanti della scena è stata che… c'erano chiazze di pelle mancante che misero in risalto il cranio e la mascella dell'uomo, gli mancava anche l’occhio destro.

Ero completamente nauseato dalla vista di quell'uomo, la paura cominciò sempre più a pervadermi e il mio cuore battè a mille, si avvicinavano gli ultimi minuti del filmato, la figura orrenda borbottò qualcosa, qualcosa che suonava come, "non c'è speranza sott'acqua". Così il cameraman comincio a respirare molto velocemente e andò in preda al panico.

Volevo spegnere la televisione e scappare dalla stanza, così mi precipitai alla porta che conduce fuori dalla stanza. Raggiunsi la maniglia ma mi fermai, dalla televisione si sentiva il suono di una vecchia fornace con un tono più morbido, questo tono per qualche ragione sconosciuta, mi impediva di muovermi. Il mio corpo era paralizzato, fissai la televisione e cominciai ad andare nel panico. Cosa stava succedendo? Che cazzo stava succedendo?!?!

Il cameraman stava correndo, ma non sembrava andare da nessuna parte. Era finito di nuovo nello stagno dove era caduto l'amico. Singhiozzava continuamente per la paura, improvvisamente, il nastro cominciò a rallentare gradualmente come l'uomo guardava freneticamente da una parte all'altra. L’audio del video e quello della fornace aumentarono insieme al lag, era diventato assordante, il cameraman si guardò intorno e gridò appena vide il suo amico. Il video si fermò con questa visuale esponendo il sangue raggrumato sul volto dell’altro uomo.

La parte superiore del suo cranio era completamente esposta, l'occhio destro ancora mancante, aveva la bocca spalancata e fuori da essa usciva una combinazione di bile e acqua di Bay Lake, rimase sullo schermo per circa dieci secondi, dopodiché apparse uno schermo nero mostrando un unico messaggio:

L'epidemia inizia oggi.

Mi alzai dalla sedia e mi misi in un angolo, sentivo un odore di bile e sangue.

 (traduzione di matrix 55)


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.