FANDOM


Sono al buio, anzi al Buio. Non proviene nessuna luce né corrente d’aria da nessuna parte, si respira a fatica nel buio, è come se stessi respirando fango, riesco a sentire addirittura il peso, caldo e umido, del buio, anzi, del Buio. Cerco di muovermi e scopro che non è così difficile, riesco a saltare, correre, pensare, ricordare; da quanto ne so quella è la mia casa, ha un senso di famigliarità, mi rimbomba nel corpo come un sassolino in una caverna.

La mia casa, la mia vita, se di vita si può parlare.

Una lama

Affilata

Netta

Brutale

Abbagliante.

Una lama di luce che mi invade gli occhi esce dal suolo, seguita da un rumore orrendo, come di cardini arrugginiti costretti a torcersi, qualcosa si intromette nella sottile lama di luce; da quanto riesco a vedere è qualcosa di vivo, come me. La Cosa si ritrae subito e la luce scompare, lasciando però la mia casa invasa da un odore paradisiaco, come se stessi annusando l’essenza della felicità, non credevo che il mio cervello potesse reggere tante emozioni insieme senza esplodere. Aspetto Davanti al punto in cui è comparsa la luce. Aspetto. Non importa quanto: quell’odore, quella luce valgono tutte le eternità che il Buio potrebbe offrirmi.

Paragonato alla luce, anzi alla Luce, il buio non ha più niente da offrirmi, solo vuoto e noia, fino a quando morirò; mi accorgo solo ora che ho visto la Luce che se non la raggiungo prima o poi morirò lì dove ho vissuto, vuoto. Ho paura del vuoto, anzi, del Vuoto, un’immagine mi balena in mente: il mio scheletro accasciato su se stesso, senza più corpo o anima, solo il Vuoto.

NO Non succederà.

Luce

Di nuovo.

Si apre poco più avanti a me, l’odore mi raggiunge subito, più intenso di prima, cerco di raggiungerlo, di afferrare la luce, di sfuggire al Buio. La creatura spunta di nuovo, ma è seguita subito da un’altra, più grande, capisco che non mi lasceranno mai raggiungere la Luce, non finché loro sono nella Luce e io nel Buio.

Invidia, acida e strisciante mi fa bruciare le viscere.

Mi trattengo

La luce scompare come le due creature. Mi posiziono proprio davanti al punto in cui la luce è scomparsa.

Aspetto.

Prima o poi arriverà di nuovo la Luce e se una di quelle creature comparirà farò di tutto per ucciderla. L’invidia viene presto sostituita dalla rabbia. Aspetto È solo questione di tempo.


Mamma chiuse la botola della soffitta “visto Billy” disse “non c’è nessun BaBau lassù, è solo buio, ma basterà trovare l’interruttore, puoi tranquillamente andare a giocarci” disse con un sorriso.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale