FANDOM


Pochi sanno che una volta ogni quattro anni e in diversi paesi del mondo, un bambino morirà tra le mani di Hans Trapp durante quella che dovrebbe essere una magica notte di Natale.

Hans Trapp fu un uomo esistito realmente ed era noto per essere una persona ricca ma anche malvagia, avida ed un adoratore di Satana, motivo per il quale venne scomunicato dalla Chiesa. La scomunica non si limitò solo alla casa del Santo Padre, ma si estese per tutta la città. Hans Trapp divenne, così, un esiliato costretto a vivere nelle foreste annesse al paese. Non si sa di preciso il motivo, fatto sta che incominciò ad indossare una maschera da spaventapasseri, dilettandosi a rapire i bambini che si perdevano nel fitto bosco. Purtroppo non si limitò soltanto a questo… l’uomo preferiva cibarsi della tenera carne dei bimbi piuttosto che ingurgitare la carne degli animali selvatici, questo perché a detta sua era troppo dura.

Un giorno mentre stava per divorare un ragazzo precedentemente catturato, il caso volle che un fulmine lo colpì in pieno uccidendolo all’istante. Questo evento venne interpretato da molte persone come una punizione divina per le sue disumane azioni, ma qualcosa in quella vicenda riuscì comunque ad andare nel verso sbagliato.

Anziché ucciderlo in modo definitivo, il fulmine lo maledisse permettendo alla sua anima dannata di vagare nella più totale libertà, sulla Terra, una sola volta all’anno e proprio durante il Natale, ovviamente vestito da spaventapasseri.

Come se fosse viva, l’anima di Hans Trapp cerca tuttora di nutrirsi di bambini. L’unico modo per sfuggirgli, semmai si dovesse incontrare questo essere, è quello di scappare fin quando il sole non sorgerà.


C’è da chiedersi chi sia stato così fortunato da essere sfuggito alla sua brama di carne umana…

Hans trapp


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.