FANDOM


Il Diavolo del Jersey è una creatura semi-umana che vivrebbe nei boschi del New Jersey.


Questo mostro abiterebbe le foreste acquitrinose a sud-est del New Jersey, che in origine erano abitate dai Pellerossa. Con l'avvio dell'industrializzazione queste paludi furono poi prosciugate per dare spazio alle città.


Secondo le leggende locali, questa bestia di forma umanoide sarebbe divenuta maligna col passare del tempo, dopo che sua madre (una strega) la abbandonò nel bosco. Sua madre non voleva avere tredici figli e quindi maledisse quest'ultimo, pregando che nascesse diavolo e dannato a vita. Così fu e quando venne abbandonato nelle paludi del New Jersey, l'essere iniziò a crescere e a nutrirsi di carne umana e di bestiame.


Nel 1740, i sacerdoti del luogo esorcizzarono queste paludi, impedendo al mostro di uccidere le persone, ma l'esorcismo durò cent'anni, e secondo le storie locali il Diavolo del Jersey continuò a cibarsi di uomini.


Le testimonianze sono molte e sono sempre state molto simili a quelle dell'Uomo falena: la gente descrisse la bestia come un essere alato con grandi occhi rossi, che emetteva un sibilo prima di attaccare. Dal 1909 la sua popolarità aumentò, col passare del tempo si credette che questo fosse un Chupacabras, dalla velocità innaturale.

L'aspetto.

Secondo la leggenda questo essere sarebbe nato nel 1735 da una strega, che lo maledì per essere stato il tredicesimo dei suoi figli e perché deforme; altre fonti affermano che nacque normale, e che col tempo gli spuntarono le ali da pipistrello e una lunga coda. Secondo dei testimoni, invece, avrebbe l'aspetto di una gru, con testa e zoccoli da cavallo, grandi artigli nelle zampe anteriori, possenti ali da pipistrello sulla sottile schiena e un lungo ed esile collo. Si racconta che una volta in volo emetta un grido stridulo e delle fiamme dalla bocca.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.