FANDOM


Devo scrivere

devo scrivere qualcosa

qualcosa che riesca a impressionare

qualcosa che possa piacere

qualcosa che possa risultare

spaventoso

inquietante

al punto da tenere il lettore appiccicato allo schermo,

anche se, in cuor suo, vorrebbe smettere di leggere

ma non può

ormai è stato preso

è stato catturato dalla magnificenza di quell'insieme di parole

da quella tempesta di emozioni

da tutta quella violenza

da tutta quella sofferenza

violenza e sofferenza

parole che la maggior parte delle persone pronuncia quasi con ribrezzo

ma da cui tutti sono attratti

e non lo si può nascondere

come quando un bambino

tra le urla per ricevere aiuto da parte dei genitori

anche nascondendosi dietro alle sue piccole mani

separa le dita per vedere quel film horror che ha per sbaglio selezionato e che non sa come togliere


quando leggi un libro

e ad un certo punto inizia una scena di tortura

è descritta alla perfezione

un perfetto equilibrio di deliri del carnefice

pensieri della povera agonizzante vittima

descrizioni di come il primo

lentamente

toglie la vita e regala la libertà al secondo

voresti smettere di leggere

ma non ci riesci

sei stato catturato da quella scena

ne sei attratto

e speri che duri in eterno


potrai dire che non è vero

che non sei così

che non sei quel tipo di persona

certo

puoi mentire a chiunque

ma non a te stesso

l'attrazione verso la violenza e la sofferenza altrui

è impressa nell'animo di ogni persona

e non puoi provare ad eliminarla

è un sentimento primordiale

come la paura

si,

la paura

la paura che ciò che stai leggendo possa accadere a te

è questo che causa il ribrezzo nel pronunciare quelle parole?

Non lo sa nessuno

e nessuno potrà mai saperlo

ma adesso

sai che non ti dispiacerebbe immaginare scene come

tu

legato

appeso ad un palo

una figura si avvicina

testa china

si avvicina ancora

alza la testa

senti il suo respiro sul collo

la alza ancora

ti fissa negli occhi

si,

gli occhi

quelli che ti sta strappando con le sue stesse mani

urli

anche sapendo che è inutile

che nessuno verrà a salvarti

il tuo nuovo amico è finalmente riuscito ad estrarre il primo occhio

prima di passare al secondo

ti mostra per bene la sua mostruosa bocca

con i suoi affilati denti

che divora il tuo occhio

vorresti morire

subito

ma

mi spiace

sei sfortunato

quella cosa strappa anche l'altro occhio

inizia poi con i denti

infilandoli man mano

uno ad uno

nella tua gola

una volta finito

passa alla lingua

con un colpo secco

la stacca

il sangue riempie la tua bocca

alcuni zampilli escono addirittura fuori

e diventano bevanda del mostro

poi

una pausa

pensi che sia tutto finito

che tu sia finalmente morto

ma

senti caldo

molto caldo

strano,

hai sempre sentito dire che quando si sta per morire, si ha molto freddo

invece tu hai caldo

inizi a sentirti strano

ma finalmente capisci

il tuo amichetto ti ha dato fuoco

ed è lì di fronte a te

che ti osserva

e ride

ride fragorosamente

in attesa che il suo spuntino sia pronto

in tutto questo

anche controvoglia

ti sei aggrappato alla vita

non perchè non volessi morire

ma perchè eri curioso

eri curioso di sapere cosa sarebbe successo dopo

cosa avresti dovuto subire

ti rendi conto anche di questo

e ti lasci andare

lasci che la morte tocchi il tuo ormai inerme corpo

e che prenda la tua anima soddisfatta

soddisfatta di tutta quella sofferenza


bene

dopo aver letto tutto questo

aver immaginato tutta la scena

aver provato a sentire tutto il dolore realmente..

aspetta,

lo so

stai pensando che non lo hai fatto

non sei quel tipo di persona

non sei

pazzo

beh

caro mio

come ti ho già detto

puoi mentire a chiunque

ma non a te stesso


ok

ti lascio andare

credo di averti infastidito abbastanza con i miei “deliri”

come li starai chiamando tu


ma aspetta



perchè stai tornando alla scena della tortura?


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.