FANDOM


L'odore del sangue è terribile. Ancora non riesco a capacitarmi di come mi sia potuto ritrovare in questa situazione. La mia vita è in pericolo, e lui sta aspettando che io abbassi la guardia per uccidermi. Sono terrorizzato, e la cosa peggiore è che non posso chiedere aiuto a nessuno. Ha ucciso nostro padre con le sue mani, l'unico uomo che ci ha cresciuti e ci ha amato dopo la morte della mamma. Come ha potuto?


Circa venti minuti fa mi sono svegliato, nel cuore della notte. Mio fratello non era a letto, ed è una cosa strana. Sentivo uno strano odore provenire dalla camera di papà, e così sono entrato nella stanza e ho trovato... Il suo corpo, disteso nel letto, con una grosso taglio sul petto e la testa parzialmente mozzata. Aveva la bocca spalancata e gli occhi piantati su di me, come ad implorare il mio aiuto. Alle mie spalle sentivo dei passi, e così sono corso a nascondermi in un angolino, sperando che non mi vedesse. Mio fratello è entrato e ha chiuso a chiave la camera, poi si è nascosto nell' armadio.


Ho paura. Sono qui, rannicchiato in un angolo buio in attesa della morte, e papà è morto. L' odore del sangue pervade i miei sensi. Mio fratello taglierà la testa anche a me, se non faccio qualcosa. Terrorizzato, mi alzo e tento di fuggire. Ma poi capisco tutto. Esco dall' armadio, lascio a terra il coltello che impugno in mano e piango.


Io non ho fratelli.

Coltello-insanguinato







Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.