FANDOM


Come è nato Super Mario

Noi tutti conosciamo Super Mario, il forte idraulico baffuto, e spesso pensiamo al suo bellissimo e variopinto mondo.

IL MONDO DI MARIO…

…CREATO DAL COMA DI UN RAGAZZINO…

Mario era un ragazzino di 9 anni, che viveva in una famiglia un po’ disastrosa. Aveva un fratello minore, Luigi, l’unico membro della famiglia che lo amava veramente, e i suoi genitori, che lo ignoravano sempre. Loro davano più ascolto a Luigi, lo ritenevano un bambino prodigio, mentre Mario aveva un atteggiamento più spavaldo e maleducato.  Ma, un giorno, i suoi genitori gli regalarono una tartaruga, che Luigi battezzò Bowser, anche se a Mario quel nome non andava molto a genio.

Era odio. Mario odiava a morte quell’animale, che inizialmente era innocuo. Bowser sopportava l’odio di Mario con una particolare pazienza.

Ci fu una settimana in cui i genitori lasciarono Mario a casa da solo (era maleducato, ma autonomo) perché Luigi doveva andare in gita scolastica.

Allora Mario realizzò il fatto che quello era il momento giusto per togliere quella tartaruga di mezzo una volta per tutte. Ma prima di farla finita, Mario decise di divertirsi con Bowser, truccandolo, dipingendogli il corpo di giallo e mettendogli bracciali borchiati e un ciuffo rosso sulla testa. Lo fece pungere da un’ape, e questo gli fece gonfiare il muso. Una volta divertito, gli diede delle droghe per ucciderlo.

Ma ebbero un effetto diverso su Bowser: lo fece letteralmente impazzire. Tutta quella pazienza era sparita. Bowser iniziava a muoversi freneticamente, ad avere un fiato caldo (per questa cosa, veniva preso in giro da Mario, che gli diceva “Ahaha, adesso sputi le fiamme” –familiare?-) e ad aprire e chiudere di scatto i denti, finché un giorno morse Mario al braccio. Il morso fu letale sul ragazzino, che lo fece entrare in coma.

Quando i genitori (e Luigi) tornarono, trovarono Mario e la tartaruga stesi, Bowser era morto, e la sua acqua si era man mano riscaldata. Mario venne mandato in ospedale, dove man mano la sua mente creò il regno, che prese il nome del suo cibo preferito, il Regno dei Funghi.

MARIO

In questo mondo Mario si immaginò adulto, perché il fatto di avere un fratello minore più bravo e alto lo snervava, e nel suo mondo voleva far sentire a suo fratello come ci si sentiva ad essere minori a qualcuno. Tutti nel suo mondo dovevano notare la sua grandiosità. Non a caso in molti giochi molti personaggi fanno caso ai suoi baffi.

Mario è un idraulico per le condizioni pessime della sua casa, dove i tubi sono ridotti a uno straccio, tanto da aver assunto un colore verdastro. A 5 anni, pensò che ci fossero delle piante carnivore, cosa che tornò nel suo mondo. Per il suo comportamento spavaldo, nel suo mondo Mario ha un coraggio smisurato, a differenza del fratello, e corre velocissimo facendo mosse acrobatiche.

LUIGI

Nel mondo di Mario Luigi viene messo sempre al secondo posto, per la vendetta del fratello. Ma, nonostante questo, c’era un fortissimo legame tra Mario e Luigi, e nelle sue avventure sono più uniti che mai, e uno completa l’altro. Comunque, dietro tutto questo in Mario si nasconde un’ assoluta vanità, che lo porta a prendere in giro Luigi nei modi più assurdi, e questo si nota molto nelle parodie. Nella sua mente profonda Mario desidera far morire Luigi, farlo salire in cielo, motivo per cui Luigi sa saltare molto in alto.

Luigi è sbadato, timido e impaurito spesso per volere di Mario per prendersi gioco di lui. Anche lui è un adulto, così Mario non passa per criminale quando lo prende in giro.

BOWSER

Mario ha umiliato e ucciso Bowser, e nel Regno dei Funghi scatena tutta la sua vendetta, vivendo in un castello tutto suo (una versione evoluta della sua vaschetta) con attorno della lava (l’acqua riscaldata in cui è morto). Mario ha paura che Bowser possa vendicarsi, perciò fa in modo di sopprimere in continuazione i suoi atti di vendetta, facendogli rivivere più volte la sua morte (buttandolo nella lava). Tutti i trucchi e accessori sono diventati sue caratteristiche, trasformandolo in un mezzo drago, che sputa fiamme per il suo fiato torrido e per la famosa presa in giro di Mario. Skelobowser è la versione di Bowser dopo la morte, e rappresenta il suo desiderio di vendetta. Per questo è molto più cattivo.

I suoi veicoli volanti (le Clown Car e le navi volanti) rappresentano il suo desiderio di ribellarsi alle prese in giro del suo padrone, e sono armate per far pesare la ribellione su di lui.

PRINCIPESSA PEACH

A 7 anni, Mario si innamorò di una sua coetanea, Peach, e non faceva altro che desiderare il suo bene ed augurarle il meglio, per questo nel suo mondo è una principessa ed è innamorato di lei. Bowser, nei primi momenti, capì il suo amore nei confronti di Peach, così decise di appropriarsene e di farla finita con lei e il suo regno per vendicarsi di Mario. Per questo la rapisce sempre e trama piani per distruggere il Regno dei Funghi.

GLI SGHERRI E I BOSS

La mente di Mario, poco a poco, iniziò ad avere i sensi di colpa per aver ucciso Bowser, così creò man mano degli esseri che gli facessero compagnia. Prima i Goomba, poi i Koopa (piccole versioni di lui), le Piante Piranha (nate dalla paura di Mario da piccolo), i Martelkoopa (nate dalla volontà del cervello di creare attorno a Bowser altre figure fraterne, mentre i martelli, le palle di fuoco eccetera simboleggiano la vecchia insistenza delle prese in giro di Mario), i Tipi Timidi (simboleggiano i problemi pre-adolescenziali di Mario, come la timidezza), Kamek (rappresenta il cervello di Mario preso dal senso di colpa, motivo per cui aiuta Bowser con gli incantesimi) e altri. Tempo dopo, a qualche mese dall’inizio del coma, la mente di Mario entrò in criticità, così vennero creati esseri sempre più grandi e potenti, i boss. Questo spiega anche le versioni giganti di alcuni nemici.

Ma Bowser, preso dal senso di vendetta, trasformò questi esseri in sgherri e li sfruttò per i suoi piani malvagi.

BOWSER JR. E BOWSEROTTI

Mentre Mario prendeva in giro Bowser, metteva nella sua vaschetta copie finte di lui (più piccole), anch’esse dipinte e truccate con ciuffi e altro (una aveva un piccolo bavaglino), e diceva a Bowser “Questi sono i tuoi figli, i Bowserotti”, mentre rideva. Questo ininterrottamente. Durante la criticità, tra i boss vennero creati otto esseri, simili alle piccole copie. Man mano arrivavano insieme a una cicogna affermando di essere figli di Bowser.

I TOAD

I Toad rappresentano i compagni di classe di Mario. Erano gentili, ma particolarmente invasivi. Lo assillavano in continuazione. Per questo la mente di Mario ne creò milioni, tutti uguali e con un aspetto infantile, che nominò abitanti del regno. Questi iniziarono a creare città e negozi, cercando ininterrottamente di aiutare Mario nelle sue avventure, vendendogli oggetti speciali. Per questo in molte parodie anche i Toad vengono presi in giro da Mario.

I POWER-UP

I power-up rappresentano tutti i piccoli oggetti che affascinavano Mario quando era un bambino piccolo (tranne i funghi, il suo cibo preferito): fiori, stelle, costumi da animali che gli piacevano (procioni, pinguini, api, gatti…) eccetera. A 4 anni, però, Mario diede una forte testata contro un mattone, questo spiega il fatto che, per avere gli oggetti speciali, Mario deve dare testate contro dei blocchi.

WARIO, WALUIGI E DARK MARIO

Wario, Waluigi e Dark Mario rappresentano delle versioni alterate di Mario e Luigi. Hanno caratteristiche che i due fratelli avrebbero voluto avere (ricchezza nel caso di Wario, furbizia nel caso di Waluigi e Dark Mario). Solitamente fanno tutto quello che Mario e Luigi non avrebbero mai avuto il coraggio di fare (come diventare un industriale nel caso di Wario, avere un’isola nel caso di Waluigi o dipingere ovunque nel caso di Duplimario).  Ma allora perché sono ostili agli originali?  Perché, in un certo senso, rappresentano i lati oscuri dei nostri eroi, e ogni essere umano combatte almeno una volta contro i suoi desideri profondi.

PROFESSOR STRAMBIC

Rappresenta la curiosità di Mario, infatti è uno scienziato. A causa dei suoi ricordi, la mente di Mario ha realizzato che la curiosità porta a disastri. Non a caso Strambic ha inventato una macchina del tempo che ha portato al caos.

YOSHI

Yoshi rappresenta l’animale domestico ideale per Mario. Lo disegnò a 5 anni e gli venne così bene che rimase impresso nella sua mente. Per lui è l’esatto opposto di Bowser: carino, gentile e dignitoso. Non a caso è l’aiutante di Mario contro Bowser. Perché mangia i nemici? Perché quando Yoshi incontra un nemico, in pratica due pensieri opposti si incontrano e si neutralizzano tra di loro. Quindi Yoshi è in grado di “eliminare” i “pensieri” opposti a lui.

E’ incredibile come la mente di un ragazzino possa creare un mondo così pieno di significati.

Proprio ora sta accadendo il miracolo.

Mario si sveglia dal coma.

Chiede dov’è Peach e che fine ha fatto il Regno dei Funghi.

L’infermiera ascolta stupita e fa alla madre un cenno di preoccupazione.

La madre spiega tutto.

Mario capisce e scoppia in lacrime.

Chiede dove sono Luigi e Bowser

La madre spiega che Bowser è morto e che Luigi si è suicidato.

THE REAL GAME OVER.

Super Mario


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.