FANDOM


Bastardi.

Li vedo salire su questo aereo, alcuni assonnati, altri chiassosi.

Li vedo prendere posto sui sedili, cercare i propri amici e scimmiottare il foglio con le misure di sicurezza.

Li vedo, i neonati che strillano e piangono in braccia alle loro madri.

Li vedo guardare l'oblò con curiosità quando l'aereo inizia il decollo.

Pensano che sia tutto un fottuto gioco.

Pensano che sia tutto divertente.


Si sbagliano.


Il pilota va in bagno, dopo venti minuti dalla partenza.

Appena esce dalla cabina di pilotaggio il mio piano ha inizio.

Chiudo la porta velocemente, essa non si aprirà mai più, è fatta apposta per quello.

Libero il carrello e lascio che l'aereo inizi una lunga, straziante discesa.

Sento delle urla dall'altra parte.

"Apri la porta!"

La gente inizia a spaventarsi, mentre il peggiore dei presentimenti si annida nelle loro candide anime come un serpente fatto di buio.

"APRI LA PORTA HO DETTO!"

Le urla si fanno assordanti, sento dei colpi di accetta.

È tutto inutile tanto.

Io sono l'ingranaggio storto che spezzerà la macchina, io sono la carta piegata che fa crollare il fragile castello, io sono lo scalino rotto che fa cadere l'anziana signora in braccio alla Morte.

"APRI QUESTA CAZZO DI PORTA!"

L'aereo sta per schiantarsi sulle Alpi.

Per dei problemi di vista volevano rovinare il mio sogno di volare.

Beh, decido io quando smettere.

L'aereo è ormai prossimo allo schianto.

Ora tutti sapranno il mio nome, il nome di Andrea Lubitz.


Andreas-Lubitz








Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale