FANDOM


Ho cercato [omissis] di raccogliere più materiale possibile, ho temuto che se non avessi avuto un quadro completo sarei impazzito (sono già corrotto, vero, Rosa?) o sarei caduto anche io preda della sua ira. [omissis]

Dal mio articolo: [omissis]

[omissis]2012 Agrigento- Rosa è una ragazzina del sud che sente spesso i suoi genitori litigare. Rosa piange quando loro alzano la voce o urlano, è una bambina molto sensibile. Ma non è tutto qua. Rosa ha 11 anni ed è affetta da progeria, una rara malattia che provoca un invecchiamento incredibilmente rapido. In pratica questi bimbi nascono già vecchi e solitamente muoiono in età precocissima (13 anni l'età media), con l'aspetto e le malattie di un anziano in miniatura. [omissis]

Dal mio blog:

sto seguendo la vicenda della ragazzina Rosa [omissis] A [omissis], sembra che forse verrà affidata ad una struttura protetta. Mi dispiace molto per lei, è molto fragile. Anche se, per i suoi giovani genitori, farsi carico di una malattia così terribile deve essere incredibilmente pesante. Loro hanno meno di 30 anni... [omissis]

[omissis]

Ho saputo purtroppo che la bambina si è ammalata di leucemia. Andrò a trovarla al più presto, porterò anche tutti i vostri cari saluti!

[omissis]

Torno davvero stanco dopo una giornata devastante. Ma non è stato il lavoro, no. La verità è che non riesco a togliermi dalla testa l'espressione di...di quella ragazzina! Lo so, lei soffre, ma dovreste vedere come le si gonfiano le gote, come trattiene il respiro e lo fa sbuffare via da quelle sue labbra raggrinzite e nere se semplicemente qualcosa non le va a genio! E soprattutto, sembra averla a morte con i genitori.

Ho visto come li guardava e...mah, devo essere davvero stanco. Un saluto.

[omissis]

Vi porto buone nuove! i medici dicono che potrebbe esserci speranza per Rosa!

Con la terapia e poi il trapianto di midollo potrebbe salvarsi. Hanno già testato i suoi parenti, ma nessuno pare compatibile. I medici hanno consigliato ai genitori di fare un altro bambino, per Rosa, così da aumentare le probabilità di compatibilità istologica. Vedremo il da farsi, continuerò ad aggiornarvi sulla vicenda. [omissis]

[omissis]

Parlando della bimba in se, ho alcune perplessità che mi turbano. Come ho già accennato, la bambina sembra tutto sommato in buona salute. Mi spiego meglio, forse per il conforto datole dall'ambiente accogliente dell'ospedale pediatrico, la piccola Rosa quando è di buon umore lo mostra subito. Quando invece qualcosa la impensierisce (e non si tratta, ve lo giuro, di salute) comincia ad aggrottare la fronte in un modo che ricorda i Gargoyles. Lo so che è tremendo da scrivere! Ma, ve lo giuro, fa paura.

Probabilmente, anzi, sicuramente è la sua patologia di base che le conferisce un'aspetto un po' (per me molto) inquietante!

Si mette a sedere rannicchiata su quel letto bianco candido, mentre il colore della sua pelle grigio pallido spicca come una macchia di sporco e le vene in evidenza le si tingono di un verde rancido.

Poi gonfia le sue guance quasi inesistenti e trattiene il respiro sbuffando, mentre la sua pelle si inscurisce sempre più, i suoi occhi si impregnano di rosso e la sua testa calva sembra sul punto di esplodere, percorsa da quel reticolo venoso che ricorda i tentacoli di una medusa o un caschetto fatto di vermi morti.

Ma...come diamine scrivo? Non mi riconosco...ancora una volta questa stanchezza - o i suoi occhi neri che sembrano prugne decomposte ?- No, no... [omissis]

[omissis]

Rosa avrà un fratellino. Io mi sento piuttosto pessimista, non so...eppure i medici hanno assicurato che ci sono buone probabilità di salvarla, nonostante la progeria...

Intanto, non sembrava per niente provata dalla terapia...sembra un gattino nato già morto, ma che ricerca continuamente le attenzioni dei padroni, che non ha paura di graffiarli e mordere se per caso non lo soddisfano.

[omissis]

Vi racconto solo un episodio. Nella sua stanzetta all'ospedale [omissis] la bambina è stata sola inizialmente. Da poco invece è arrivata una compagna, poiché le condizioni di entrambe lo consentono. Dovrebbe esserne felice , in fondo lei riesce a stare in piedi mentre l'altra no e potrebbero giocare insieme.

[omissis]

Che cosa fa dunque? Da quella sua posizione rannicchiata sul letto, con quei pochi denti gialli ma aguzzi che ha, salta sopra la sedia a rotelle dell'altra bimba e fa per morderla, facendola quasi ruzzolare, mentre emette dei versi gutturali e soffia, soffia, soffia l'aria da quelle sue labbra violacee che nascondono una bocca che sembra l'ingresso di un abisso! Dio mio, eppure sto parlando di una bambina molto malata! [omissis]

[omissis]

Non ci posso credere...sentivo che qualcosa nell'aria non andava l'ultima volta che sono stato a trovare Rosa...ma non potevo aspettarmi questo!

Lei è nuovamente sola in stanza...perché la sua compagna è morta.

I medici hanno detto che hanno trovato Rosa che le carezzava la testa calva con le sue piccole mani raggrinzite...dicono che si è trattata di una complicanza oncologica.

Mi dispiace ma io non riesco a crederci...non dopo che ho visto come Rosa mi guardava...mi fissava con quegli occhi appannati dalla cataratta e quelle palpebre piene di macchie, quel naso aquilino e quel suo modo di congiungere e intrecciare le braccia rugose stando contemporaneamente accovacciata sul suo letto...all'improvviso mi ha sorriso, ma non normalmente. Era come se mi avesse letto nel pensiero. Lei non parla mai, anche se potrebbe farlo. Anatomicamente non c'è nulla che non vada nel suo sistema fonatorio. Eppure lei sbuffa ed emette quei versi che sembrano quelli di un malato terminale, anche se è più in salute di me... [omissis]

Un'infermiera [omissis] un po' sconvolta mi ha giurato di averla vista con quelle sue labbra viola marcio su quelle dell'altra bambina mentre soffiava, nonostante gli occhi le stessero praticamente uscendo fuori dalle orbite e le sue braccine scheletriche cercavano di tenere ferma la poverina. Ha detto di aver chiamato gli altri e appena ritornata hanno trovato la bambina morta e Rosa che le accarezzava la testa dispiaciuta. Fatti i dovuti controlli, non è emerso niente di eclatante: pneumotorace spontaneo.
In pratica nella membrana che racchiude i polmoni [omissis]...si è raccolta dell'aria che gli ha impedito di respirare normalmente. Immaginate un palloncino gonfiato fino ad esplodere. Io non credo di essere uscito di testa, quella bambina ha qualcosa che non va.

Agrigento, tragico incidente stradale: muoiono due coniugi

Due automezzi si sono scontrati sulla Circonvallazione di S [omissis]

[omissis] Ho estratto il titolo da un giornale locale. Non credo servano altre parole. Sono morti i coniugi [omissis], i genitori di Rosa. La mamma aveva partorito da qualche settimana, stavano tornando tutti a casa, assieme a Rosa e al bambino.

Leggendo il resoconto, un testimone ha fotografato con lo smartphone l'abitacolo della vettura dove viaggiavano i coniugi. Ho visionato quella foto. La testa del giovane padre [omissis] sembrava esplosa e gli occhi sorpresi parevano guardarsi ancora intorno mentre in realtà erano appiccicati al volante, con un sottile filo nervoso che li collegava a quello che rimaneva delle orbite.

[omissis] sta crescendo e con lei cresce in me [omissis]

Sicilia, muore nella culla a meno di un anno di vita.

I genitori biologici erano  scomparsi mesi fa in un tremendo incidente stradale da cui erano usciti illesi solo il piccolo [omissis] e la sorellina affetta da una grave patologia.

Non esiste [omissis] ...non c'è altra spiegazione, qualunque cosa sia quell'essere sono sicuro che voglia semplicemente la morte e la sofferenza. Sembra invidioso e [omissis] continua a sbuffare e a ghignare e ad emettere versi gutturali quando qualcosa non va. E' la terza famiglia adottiva.

[omissis]

Continuano a morire! Mi chiedo perché nessuno sospetti di lei! Sembra innocua ma nessuno ha guardato dentro i suoi occhi e dentro la sua bocca? Sono sicuro che dentro non ha nulla! E' come uno di quei fantocci che si animano appena il ventriloquo decide di dar loro voce.

[omissis]

L'ultimo padre adottivo è finito in ospedale psichiatrico. Giura di averla sentita sbuffare di notte, talmente tanto da costringerlo ad uccidere il figlio (che forse non ce la farà). Cercherò di contattarlo, ma la vedo dura. So che però lei è ancora in giro, sfrutterà ogni mezzo per diffondersi, anche me...mi osserva [omissis].

[omissis]

Mi sta, in qualche modo, manipolando. [omissis] Mi seguiva da prima di nascere (so che sembra folle [omissis]), vuole che tutto ciò che rappresenta continui a "vivere", sebbene questa parola non sia adatta a contenerla.

Lei (anche questo pronome è inadatto!) ha la capacità di corrompere la mente e/o il corpo. Lei è la decomposizione. Appare ai piedi del letto di notte (o anche sotto o sopra, non c'è una logica!) o si rannicchia accanto a te mentre leggi un blog su internet, dopo che per sbaglio hai incrociato il suo sguardo in una notizia di giornale (perché lei ha il potere... [omissis]), è ovunque[omissis] sbuffare e poi... [omissis]

[omissis]

Il padre mi ha raccontato di come sia andata realmente, anche se sembrava fuori di testa.

Era notte inoltrata e continuava a sentire un rumore sommesso dalla camera di suo figlio e di Rosa. Giura di non aver mai sentito nulla di simile ma, per descrivermelo ha usato la frase "aria che esce da un palloncino" [omissis] lei si trovava appiccicata, letteralmente, al piccolo [omissis], con le mani scheletriche riusciva a tenerlo fermo sebbene la sua forza fosse apparentemente nulla, data la patologia.

In modo orribile, lo stava, per così dire, baciando. Al bambino non era mai andata a genio da quando era arrivata, ma si era abituato [omissis] di certo non si sarebbe mai fatto baciare spontaneamente.

La sua bocca enormemente e orrendamente dilatata ricordava quella di una sanguisuga agganciata tenacemente alla sua preda. Ma [omissis], invece di succhiare, soffiava. I suoi occhi opachi erano pieni di piccole vene colorate di rosso rubino. [omissis]

Il petto del povero bambino era abnormemente dilatato, così come la sua testa e le sue guance. I suoi occhi gridavano pietà in un'espressione interrogativa ([omissis]come colto nel sonno[omissis] pensando: che succede?) [omissis] le sue gambe tremavano e si dimenavano come in preda ad una scossa e cominciava ad apparire rancido (il papà ha usato proprio questa parola).

Lui ha superato il terrore iniziale e si è catapultato dentro la stanza. Ma, alla fine, ha vinto l'orrore. Lei si è girata e gli ha mostrato l'abisso. Non sono servite neanche parole, giusto uno sbuffo. In quell'attimo, tutto gli si è riversato nella testa e non è stato più capace di pensare. Sostiene di aver visto attorno a lui un lungo, infinito corridoio oscuro fatto interamente di cadaveri in decomposizione, neri e privi di liquidi vitali.

Giura che uno di quei cadaveri ha girato la testa verso di lui cercando di parlare, ma gli è uscito solamente un rivolo giallastro dalla bocca. E uno sbuffo. Ha urlato, non ricorda quante volte [omissis] occhi opachi di un morto [omissis].

Nel frattempo è arrivata la polizia, allertata dalla moglie che lo ho trovato con le mani sulla testa del figlio e Rosa rannicchiata. [omissis]

[omissis]continuerà per sempre! ecco il motivo per cui sto scrivendo. Ecco, ti presento Rosa [omissis]

Ros

[omissis] Ci credo, la sua forza è reale, ci credo la sua forza è reale [omissis] forse se la prego non mi farà del male[omissis]

[omissis] Ci sei anche tu con me, adesso! [omissis]

[omissis]

[omissis]

decompone tutto quello che trova, ti troverà, di notte, di giorno, si aggancia come una sanguisuga, deve solo pescare dallo stagno in cui stai vivendo e ti segue e al momento giusto, le cose attorno a te cominceranno ad appassire, [omissis] ti piace come si diffonde? [omissis]  la vita diventerà grigia come la sua pelle [omissis] ti piace lei? [omissis] noterai cose che prima non notavi [omissis] non puoi prepararti! [omissis] e lei si manifesterà e con uno sbuffo [omissis]  tu immobile [omissis]  il tuo corpo gonfio [omissis]  e sarà finita [omissis]


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale