FANDOM


Salve a tutti oggi ho sentito parlare di questo sito, che raccoglie delle storie raccapriccianti e molto particolari; proprio per questo ,oggi voglio raccontarvi di un vecchio fatto che mi è accaduto ,sono passati esattamente nove anni, infatti,nove anni fà.. Avevo quindici anni e abitavo Baltimora con i miei genitori e mio fratello; abitavamo esattamente a Camden St, di fronte all'Oriole park , ogni sabato io e la mia famiglia andavamo allo stadio di Oriole per poter osservar giocare la nostra squadra , ma ci fu un sabato diverso dagli altri fin troppo diverso , quel giorno successero tante strane cose che ora vi racconterò,quel giorno ero molto entusiasta della vincita della nostra squadra di baseball preferita . ad un certo punto mio fratellino di 4 anni, mi disse se lo potevo accompagnare in bagno;logicamente perchè da solo non poteva andarci ,visto che era abituato a farsi accompagnare da qualcuno , quindi ci alzammo, presi per mano il mio fratellino e lo accompagnai presso il bagno degli uomini entrò nella toilette,  mentre  lui si sbrigava a fare i suoi bisogni ,io aspettai difronte alla toilette ad un certo punto sentì delle voci esasperanti  che chiedevano aiuto ma come se la persona che chiedeva aiuto aveva difficoltà a pronunciare le parole io impaurito mi misi in silenzio sentivo mio fratello che da dentro la toilette mi poneva domande su chi fosse a fare quei versi e perchè si lamentava io bussai alla porta del bagno dove sentivano quegli spaventosi lamenti ed a quel punto si irruppe il silenzio e mio fratellino corse fuori dalla toilette totalmente spaventato si mise dietro di me; cercando di nascondersi.. ad un tratto l'atmosfera divenne fredda e cupa tutto ciò che vedevo si fece più scuro e mi sentivo stranamente osservato da qualcosa, ma proprio nel preciso istante in cui accennai lo sguardo in una delle porte della toilette che era socchiusa , tutte e quante le porte della stanza si aprirono contemporaneamente si aprì anche la porta dell'ingresso ,sembrava che qualcosa ci invitasse ad andare via da li, allora mio fratellino condizionato dalla paura corse via dal bagno in cerca dei miei genitori . inizialmente non mi resi conto che mio fratello era scappato visto che quando le porte della stanza si aprirono io rimasi bloccato per riflettere su tutto ciò che stava succedendo ,poco dopo anche io contagiato dalla paura mi misi in cerca di mio fratello o di una persona a cui chiedere aiuto ma niente ero solo io in quel corridoio che portava ai bagni insieme a quella strana presenza mi misi a correre ma sentivo che correvo molto lentamente mi sentivo strano avevo quel senso di paura che faceva cacciare ; correndo per il corridoio trovai la porta per tornare allo stadio completamente sigillata ,allora io mi misi in cerca di un posto in cui mettermi al sicuro, mi chiusi dentro lo sgabuzzino delle scope e mi tuffai dentro ad una cesta piena di stracci sporchi ; tra la puzza degli stracci ,la mia testa spuntava dalla cesta per poter vedere cosa mi accadeva attorno dalla cesta allungai un braccio fuori dalla cesta per prendere una scopa per fare in modo che con il manico della scopa potessi muovere la porta ,per poter vedere che cosa si stava aggirando in quel corridoio sentivo dei passi ed io con l'acqua alla gola osservavo quell'ombra che si propagava nel pavimento intravidi una sagoma molto magra di un'uomo era un essere con la pelle di un colore rossiccio ma non aveva delle mani ma solo i polsi che muoveva con nervosismo non aveva i capelli la sua faccia si intravedeva poco ma sembrava consumata dal tempo come se fosse quella di un vecchio ,pian piano si avvicinava alla porta perchè girava per il corridoio con un aria sofferente restai li per una notte intera i miei genitori il mattino dopo grazie ad una pattuglia mi ritrovarono ,sicuramente l'essere era sparito non so ,ma mi ritrovarono comunque;io completamente immobile con nessuna intenzione di volere uscire da quello sgabuzzino ,finalmente mi portarono fuori da li io avevo le lacrime negli occhi, solo per la gioia di avere rivisto la mia famiglia per un'altra volta e sapere che potevo tornarmene a casa  al sicuro . Dopo quel giorno non tornammo più in quello stadio. Ancora oggi quell'essere appare nei miei peggiori incubi.

Che ne pensate di questa storia? anche a voi è mai successa una cosa del genere?O simile?