FANDOM


Richiudete i portoni, e nascondetevi in casa: qui non c'è più Dio che vi possa salvare. La mia marcia letale penetrerà le vostre difese senza che neanche ve ne rendiate conto, e mi farò strada in ogni paese, in ogni piazza, in ognuno di voi.



Non suonerà nessuna campana, non ci sarà nessuna battaglia, nessuna guerra. Questa non è una sfida a te, uomo in carne, questa è la tua fine.



Ma non convincetevi del falso: perché non decido chi vive e chi muore. Al mio passaggio le tue forze cederanno, la tua morale crollerà e la tua esistenza sarà già estinta prima ancora che potrai chiedere aiuto, o provare a combattermi.



Il mio tocco pestifero è ovunque, e tu sei inconsapevole: dai troppa fiducia al tuo Signore, che quest'oggi non muoverà un dito per fermarmi.



Eravate già consci del mio arrivo, ma non avete creduto ai vostri occhi quando avete visto di cosa sono capace. Le leggende dell'Est non sono bastate per farvi capire che la vostra ora è giunta... Stolti! Pianterò in tutti voi il seme della disfatta, e le resistenze saranno vane! Sofferenza, dolore, atrocità: vi farò impazzire mentre assaggiate le pene dell'inferno sulla vostra adorata pelle.



E infine, quando tutti cadranno, io cavalcherò nelle vostre difese con la mia legione e solleverò la mia falce al cielo... In seguito eliminerò la testa di ogni singolo cadavere dal corpo putrescente, bambino, anziano, peccatore o santo che sia!



Mors est dominus meus, et ego servus sum!



Aprite le danze, miei cavalieri: inizia l'era della Morte Nera...


Black Death








Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.