FANDOM


È tornato.



Non puoi vederlo, ma riesci comunque a percepire vagamente i suoi passi e i suoi versi incomprensibili giungere da oltre l'anta dell'armadio e rimbalzarti nel cervello. "Un'altra notte in bianco", pensi esasperato.

Nel buio più totale cerchi di svuotare la mente e pensare ad altro, ma le nuvolette di vapore provocate dal suo respiro affannoso sembrano condensarsi all'interno della tua testa portandoti alla pazzia.

Improvvisamente una serie di pensieri sfilano davanti ai tuoi occhi stanchi "Basta, BASTA! Da quanto va avanti questa follia? Mi sembra di non aver mai chiuso occhio. È tempo di farla finita". Decidi così di affrontare la cosa a quattr'occhi, qualunque essa sia. Spalanchi la porta dell'armadio e lo trovi lì, sdraiato su quello che sembra essere un ammasso di tessuti sbiaditi. Non era affatto come te lo eri immaginato per tutti quegli anni, molto più piccolo di quanto immaginassi e molto meno spaventoso di come te lo eri figurato ogni dannatissima notte. È allora che inizi a ridere follemente e a fissare il modo in cui, terrorizzato, si è svegliato nel cuore della notte.

Dall'alto dei tuoi tre metri lo afferri e con i tuoi lunghi artigli inizi a martoriare la sua disgustosa pelle rosa finchè non ne rimane che un ammasso di organi triturati.






Ammirando soddisfatto la tua opera pensi finalmente che mai più dovrai tornare a stare rannicchiato all'interno di quel maledettissimo armadio.

224605 205214029519244 171417729565541 541934 4229200 n













Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.
Un ringraziamento alla Wiki tedesca per questa funzione.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.